spettacolo

Bruce Springsteen annulla un concerto per sostenere i diritti Lgbt

SpringsteenROMA – Bruce Springsteen non ci sta a vedere gay, lesbiche e transgender discriminati.
E cosa può fare un cantante per protestare? Adottare il silenzio ovviamente.
È, così, che il Boss ha deciso di annullare un concerto che avrebbe dovuto tenere a Greeensboro in North Carolina domani 10 Aprile per dare il suo dissenso alla legge HB2 (Installazioni pubbliche, legge di privacy e sicurezza), meglio conosciuta come la “legge dei bagni”, promulgata qualche giorno fa dal governatore Pat McCrory.
La normativa, appena approvata dal governo, vieta a gay e lesbiche ma soprattutto ai transgender di utilizzare i bagni pubblici e spogliatoi che non corrispondono al loro sesso di nascita e impedisce ai governi locali di fissare norme anti discriminazione sessuale.


Per Bruce, così, è arrivato “il momento di mostrare solidarietà” contro una legge che è contro “chi combatte per la libertà”.
La notizia dell’annullamento del live è arrivata ieri sui canali social del cantautore del New Jersey.
“Con tutte le mie scuse ai fan di Greensboro, abbiamo cancellato il concerto di questa domenica. Alcune cose sono più importanti del rock e la lotta contro i pregiudizi e il fanatismo è una di queste”, ha scritto Springsteen.

Ecco il testo completo:

“A mio avviso, si tratta di un tentativo, da parte di persone che non sopportano il progresso che il nostro Paese ha fatto nel riconoscere i diritti umani a tutti i nostri cittadini, di ribaltare questo progresso. In questo momento, ci sono molti gruppi, imprese ed individui in North Carolina che stanno lavorando per contrastare e superare questi sviluppi negativi…Penso che questo sia un momento importante per me e per la mia band per dimostrare solidarietà a tutti coloro che combattono per la libertà. Di conseguenza, e scusandoci con i nostri fan di Greensboro, abbiamo deciso di cancellare il nostro concerto in programma per domenica 10 aprile. Ci sono cose ben più importanti di uno spettacolo rock. (Sospendere il concerto) è l’arma più potente che ho per alzare la mia voce in opposizione a una misura spinta da coloro che vogliono andare indietro invece che avanti”.

Springsteen