fotogallery

Star Wars, Anakin Skywalker passa dal carcere all’ospedale psichiatrico

ROMA – Jake Broadbent, l’attore meglio conosciuto con il nome d’arte di Jake Lloyd per aver interpretato il giovane Anakin Skywalker in “Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma”  , è stato spostato da una cella di prigione ad una struttura psichiatrica.
Oggi 27enne, l’attore è stato arrestato lo scorso giugno dalla polizia del South Carolina dopo un inseguimento ad alta velocità.
Lloyd è stato accusato di resistenza all’arresto ed è rimasto in carcere da allora.

jack lloyd star wars

Ma le autorità di recente hanno deciso che l’attore  “aveva bisogno di un aiuto piuttosto che di una punizione, perché soffre di schizofrenia”, ha spiegato la madre Lisa.

Da quando è stato trasferito nell’ospedale psichiatrico la madre sostiene di vedere già un miglioramento nella personalità del figlio.
Accreditato come “Jake Lloyd” in Star Wars,  ha raccontato nel 2012 che il film rese la sua infanzia difficile, ed è stato il motivo per cui ha rinunciato a recitare.

“Gli altri bambini sono stati davvero cattivi con me”, ha detto. “Mi chiedevano di fare il suono della spada laser ogni volta che mi vedevano. Stavo diventando completamente pazzo … Tutta la mia vita scolastica è stato davvero un inferno”.

Broadbent aveva solo 10 anni quando venne rilasciato nei cinema mondiali “Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma” nel 1999.

Il reprimo capitolo dellla nuova trilogia di Star Wars, uscito a distanza di 22 anni anni dall’ultimo film “Il Ritorno dello Jedi”, incassò in tutto ai box offices globali 2 miliardi di dollari.
Ma nonostante il successo commerciale ai botteghini, la trilogia venne fortemente criticata dai fan della saga originale.

Ad affiancare il giovane Jake Lloyd nel cast, Liam Neeson, Ewan McGregor e Natalie Portman.