salute

Giornata Mondiale della Salute della Donna, tanti eventi in programma e visite gratuite

Ospedali in RosaROMA – Si celebra il 22 Aprile, giorno di nascita del premio Nobel Rita Levi Montalcini, la Giornata Mondiale della Salute della Donna, istituita dal ministro Beatrice Lorenzin. Un’occasione per pensare a se stesse facendo della prevenzione la parola d’ordine. Per tutte le donne, infatti, con l’iniziativa “Ospedali in Rosa”, sarà possibile usufruire di visite mediche gratuite fino al 28 Aprile. Al grido di “Chiedi, conosci e previeni”, lo slogan della campagna, dodici aree specialistiche saranno, così, al centro di un’opera di sensibilizzazione: Diabetologia, Endocrinologia, Ginecologia, Ostetricia, Oncologia, Neurologia, Malattie Cardiovascolari, Senologia, Reumatologia, Malattie metaboliche dell’osso e Sostegno alle donne vittime di violenza. Migliorare l’accesso delle donne al Servizio Sanitario Nazionale, promuovere l’informazione sulle diverse patologie femminili per garantire un progresso nella medicina di genere, sono tra gli obiettivi dei 248 ospedali con i “Bollini Rosa”, spiega Francesca Merzagora, Presidente di Onda, Osservatorio Nazionale Salute della Donna. L’elenco degli ospedali aderenti e le modalità di prenotazione sono già consultabili sul sito www.bollinirosa.it.

In occasione della Giornata Mondiale della Salute della Donna il Ministero della Salute ha organizzato un evento che si terrà a Roma per inauguare la settimana. Presso l’Aranciera di San Sisto in Via di Valle delle Camene. I lavori inizieranno alle ore 10.00 con un intervento introduttivo del Ministro della salute Beatrice Lorenzin e la mattinata proseguirà con diverse iniziative, che si svolgeranno in contemporanea. In particolare, sarà allestita un’area con 10 tavoli di lavoro che individueranno e proporranno al ministro azioni da mettere in campo nei prossimi anni per la tutela della salute della donna. È il primo anno che si celebra questa giornata tutta al femminile e saranno tanti gli incontri, i dibattiti, gli stand e i momenti dedicati alla prevenzione. Una giornata piena di impegni insomma affinché sia solo l’inizio di giornate come questa.
Tra gli altri, la Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori condivide il messaggio sull’importanza della tutela e della promozione della salute della donna. Int partecipa alle attività organizzate da Regione Lombardia e propone una serie di eventi dedicati alla salute femminile. “L’adesione dell’Istituto Nazionale dei Tumori alla prima Giornata Mondiale della Salute della Donna rafforza la nostra volontà e il nostro impegno nel ricordare alle donne l’importanza della prevenzione in tutte le fasi della loro vita. – commenta il Presidente dell’Int Enzo Lucchini – L’Int, istituto di ricerca e di cura delle patologie oncologiche, sottolinea inoltre il valore della ricerca in ambito scientifico, che deve proseguire, anche grazie alle donne, per arrivare a definire sempre nuove terapie per sconfiggere il cancro. La dottoressa Anna Villarini, biologo-nutrizionista del dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione dell’Int tratterà il tema “Gli stili di vita: un aiuto dopo la diagnosi”; la dottoressa Cristina Ferraris, chirurgo senologo della Struttura Complessa di Senologica dell’Int concentrerà il suo intervento su “La gestione della sindrome menopausale iatrogena nelle neoplasie mammarie” mentre il dottor Dario Recalcati, ginecologo oncologo della Struttura Complessa di chirurgia Ginecologica dell’Int, parlerà delle “Infezioni da Papilloma Virus: prevenzione e cura nella salute della donna”.
donne-salute