attualita

Napoli, torna la sfida per la pizza più lunga

ROMA – Realizzare la pizza più lunga del mondo: questo l’intento con cui Napoli torna in pista per conquistare un nuovo Guiness World Record. 40 cm di larghezza per almeno 2 km di lunghezza da creare sul lungomare Caracciolo dove sarà ambientata la sfida. È così che l’impasto passerà attraverso cinque forni mobili appositamente brevettati per l’evento e proverà a superare il record precedente di 1,5 km, stabilito all’Expo di Milano nel Giugno 2015. L’appuntamento è per il 15 maggio con “L’unione fa la pizza…più lunga del mondo”, promosso da “Napoli Pizza Village” e “Caputo Il Mulino di Napoli”, noto produttore di farina. Pronti per la sfida ingredienti da record tra cui 2 tonnelate di farina, una e mezzo di pomodoro e 2 tonnellate di mozzarella.

napoli-pizza-mulino-caputo

La pizza, a cottura ultimata, sarà sottoposta all’approvazione, alla verifica e alla certificazione del Comitato del Guiness World Record che seguirà ogni passaggio: dall’impasto alla stesura nelle speciali teglie traforate, fino all’uscita dal forno.
Al termine della performance, la pizza sarà offerta ai presenti e alle Associazioni benefiche. “È un evento che reincarna l’anima più profonda della città – si legge sul sito di Pizza Village – culla di tribù antiche e moderne: inclusione, fratellanza tra i popoli, pace e accoglienza”.

pizza guinnes

Nel corso dello spettacolare evento, i partecipanti potranno anche firmare a sostegno della andidatura dell’Arte del Pizzaiuolo Napoletano come Patrimonio dell’Unesco. Un’iniziativa voluta dal Pizza Village che ha preso il via in occasione dell’edizione 2014 in partnership con la Fondazione Univerde di Alfonso Pecoraro Scanio, l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Coldiretti. Obiettivo dei promotori è valorizzare l’arte dei pizzaioli napoletani sostenendo sia la filiera agroalimentare campana sia la cultura e le tradizioni partenopee.