spettacolo

Victoria Beckham, per ‘posh Spice’ carriera in playback

VICTORIA BECKHAM SPICE GIRLROMA – Saranno anche passati 15 anni dallo scioglimento delle Spice Girls –  Geri Halliwell, Melanie C, Victoria Adams, Melanie B e Emma Bunton  – ma quella di Victoria Beckham resta una confessione a dir poco scioccante. Con il gruppo inglese, durante le esibizioni live, il microfono di ‘posh Spice’ era l’unico ad essere spento. A cantare quindi era un quartetto e non il quintetto che tutti conosciamo.

Occasione per confessare l’inconfessabile, almeno per una ‘cantante’, la mostra “Vogue 100: A century of style” organizzata da Claudia Winkleman. Forse, quello della 42enne moglie del calciatore Beckham è stato un togliersi un peso dallo stomaco visto che molti dubbi, sin dall’inizio dell’ascesa delle Spice, erano stati posti sulle sue doti canore.

“Staccavano il mio microfono e lasciavano che a cantare fossero le altre ragazze. Fortunatamente il mio microfono adesso va bene e funziona perfettamente”, ha ammesso candidamente. “Quando le ragazze si scatenavano, saltavano e ballavano sui tavoli, io era quella che controllava che il tavolo non cedesse. Sono sempre stata la razionale del gruppo. E per fortuna, considerate che io indossavo sempre i tacchi. Sì, cercavo di muovermi ma non era facile. Sono sempre stata la più riservata delle ragazze”. Una confessione tardiva che comunque ha l’odore della truffa per i milioni di fans nel mondo che, più e più volte, hanno anche reclamato un ritorno sulle scene delle magnifiche cinque, il gruppo femminile di maggior successo di tutti i tempi. O forse dovremmo dire quattro?