The Danish Girl, un film che parla più d'amore che di transessualità

The Danish Girl, un film che parla più d’amore che di transessualità

 

Diretto da Tom Hooper e candidato a diversi oscar tra cui costumi e miglior attore protagonista, “The Danish Girl” tratta della vera storia di Einar Wegener, la prima persona nella storia a sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale e ad essere identificata come la transessuale Lili. La storia di Lili è stata precedentemente raccontata da David Ebershoff nel suo libro “La Danese“ (2001), che poi è stato ripreso dal film stesso.
La scenografia, i costumi e la fotografia costituiscono tratti mportanti del film, che con toni dolci e calmi vi trasporterà con la sua armonia nella vita di Einar. Ambientato in una Copenaghen dei primi del Novecento, il film racconta appunto la vita di Einar (interpretato da Eddie Redmayne), un famoso paesaggista danese che vive con la moglie, anche lei pittrice, Gerda (interpretata da Alicia Vikander).
I due hanno una vita di coppia tranquilla,ma ben presto la figura di Lili si fa spazio nella personalità di Einar, prima come un gioco tra i due sposi, poi come qualcosa che schiaccerà la personalità di Einar per lasciar sempre più spazio alla dolce Lili. Inizia così un periodo travagliato per il protagonista, che scardinerà completamente la quotidianeità della sua vita; si trasferisce infatti a Parigi facendosi conoscere a tutti come Lili e tenta il primo intervento chirurgico nella riassegnazione del sesso. La bipolarità iniziale dell’uomo e la sua insicurezza sono il risultato della situazione che il protagonista si trova intorno: Einar vive infatti in un mondo in cui il concetto di transessualità non è mai stato trattato e spesso viene scambiato con una malattia o un problema mentale.
“La Ragazza Danese” narra con dolcezza, semplicità e accuratezza le difficoltà di figure come Einar di uscire allo scoperto in un periodo come quello e del coraggio che hanno avuto nel tentativo di rivoluzionare il pensiero comune. Il film però tratta sopratutto dell’amore tormentato tra i due protagonisti, della paura di Gerda nel lasciar andare suo marito e nell’amore di Einar schiacciato dalla personalità di Lili. il loro è un amore forte e a tratti inesistente, incomprensibile e semplice, un amore insicuro e bipolare come Einar, appunto. Il film vi conquisterà fin dal primo momento per la sua ambiguità e per il suo tocco malinconico, capace di rendere una storia biografica come quella di Lili/Einar un vero capolavoro cinematografico.

Sofia Dezzi Bardeschi
Classe 1C – Liceo Classico “Galileo” di Firenze

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it