L'esilarante mistero del papà scomparso

L’esilarante mistero del papà scomparso

Neil Gaiman ha avuto un’altra bella idea con il libro “L’esilarante mistero del papà scomparso” dal titolo potrebbe sembrare un comune libro giallo, ma i
libri di Gaiman non sono mai libri comuni.
Neil Gaiman, classe 1960, pseudonimo di Neil Richard MacKinnon, ha scritto libri per ragazzi come “Stardust”, “Coraline” e “Il figlio del cimitero”; è anche un giornalista e uno sceneggiatore di fumetti.
“L’ esilarante mistero del papà scomparso” racconta di come un papà va a comprare il latte per i propri bambini a cui non piacciono i cereali senza latte (senza latte non piacciono a nessuno), cosa normale che accade ogni giorno ma una storia di Neil Gaiman non può finire così… infatti il papà, dopo aver comprato il latte, viene rapito da una astronave aliena e, dopo essere finito su una nave pirata, viene salvato da un dinosauro inventore che possiede una macchina del tempo e che sembra aver dato un nome suo a tutte le cose. Dopo aver rischiato di essere arrostito da un dio vulcano e dopo essersi sottratto alla morte da dei vampiri riesce a salvare il suo latte grazie anche a dei paradossi studiati dal prof. dinosauro rivivendo le azioni descritte in precedenza, rischiando anche di distruggere l‘universo ma verrà aiutato dalla polizia spaziale dei dinosauri per arrestare gli alieni cattivi e, invece di distruggere il mondo, creerà un effetto indesiderato. Tutto raccontato in prima persona, infatti la storia è narrata dal padre ai bambini: i ragazzi non ci credono vedendo i loro giochi simili ai personaggi del racconto ma ci pensano su vedendo una cosa sotto il cartone del latte…
Libro divertente, pieno di ironia e di paradossi (ma logici) e, come dice il titolo, esilarante. Molto consigliato soprattutto a ragazzi: è un romanzo che unisce il genere comico e la fantascienza, da leggere tutto d’un fiato.

Cosimo Barducci
Classe 1D – Scuola Secondaria di 1° grado “Puccini” di Firenze

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it