La Costituzione italiana

La Costituzione italiana

 

Abbiamo assistito ad una lezione di Storia, riguardante la Costituzione e così vi informiamo che La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale del nostro Stato, approvata dall’Assemblea Costituente nel 1947 ed entrata in vigore il 1° gennaio del 1948. Della Carta Costituzionale vi sono tre originali, uno dei quali è conservato presso l’archivio storico della presidenza della Repubblica. Il primo esempio in Italia di statuto costituzionale si ebbe a Palermo, quando il Parlamento del Regno di Sicilia promulgò la Costituzione siciliana, che era una carta sul modello spagnolo. La Costituzione prevedeva un parlamento bicamerale formato da una Camera dei Comuni (rappresentanti del popolo) e una Camera dei Pari (costituita da ecclesiastici). Le due camere, convocate dal sovrano almeno una volta all’anno, detenevano il potere legislativo, ma il re deteneva potere di opporsi alle leggi del Parlamento. Questa carta fu soppressa con la nascita del Regno delle Due Sicilie. Successivamente con le rivoluzioni scoppiate durante la primavera dei popoli furono concessi dai sovrani di alcuni stati italiani alcuni statuti: quello napoletano, quelli del ducato di Parma e dello Stato della Chiesa, quello siciliano e quello albertino. La continuità tra il Regno di Sardegna e quello d’Italia avvenne con l’estensione dello Statuto albertino, concesso da Carlo Alberto di Savoia, a tutti i territori del regno d’Italia. Lo Statuto albertino fu simile alle altre costituzioni rivoluzionarie e rese l’Italia una monarchia costituzionale. Era una tipica Costituzione ottriata, cioè concessa dal sovrano e dal punto di vista giuridico era considerata flessibile. Proprio per questa sua natura, fu possibile far passare l’Italia da una forma di monarchia costituzionale a quella di una monarchia parlamentare. Dopo la cessazione delle ostilità, fu indetto il referendum per la scelta fra repubblica e monarchia che sancì la nascita della Repubblica Italiana. La Costituzione è la principale fonte del diritto repubblicana, cioè quella dalla quale gerarchicamente dipendono tutte le altre. La Costituzione italiana è una Costituzione scritta, rigida, lunga e DEMOCRATICA e noi siamo fiere del nostro paese e della nostra Costituzione.

Margherita Battista e Martina Montagna 2°L

S.S.S di 1° “D.Alighieri”

Casamassima (BA)

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it