spettacolo

I Lacuna Coil tornano con “Delirium”, un viaggio nel mondo della follia

ROMA – Nuovo album per i Lacuna Coil. La band heavy metal milanese torna con “Delirium”, in uscita venerdì 27 Maggio. “Delirium” è quasi un nuovo inizio per il gruppo formato da Cristina Scabbia, Andrea Ferro, Marco Coti-Zelati e Cristiano Mozzati che, fino ad adesso, sono stati apprezzati più negli Stati Uniti che in Italia.

Lacuna-Coil-Delirium

Dopo gli addii di tre dei menbri – i chitarristi Cris “Pizza” Migliore e Marco “Maus” Biazzi e del batterista Cristiano “Criz” Mozzati, l’unico a essere rimpiazzato da Ryan Blake Folden – il nuovo album ha rappresentato una scossa per le sonorità del gruppo: “I nostri tre amici – hanno raccontano i due membri storici della band, Cristina Scabbia e Andrea Ferro a La Repubblica – volevano cambiare vita e ci siamo lasciati bene. Ma la loro assenza ci ha regalato uno stimolo in più, quello di fare bene lo stesso. Una iniezione di adrenalina che spiega le sonorità, mai così metal, anche se tutti si aspettavano una musica più soft. “Delirium” è pieno di chitarre grazie anche alle partecipazioni di Marco Barusso, Mark Vollelunga dei Nothing More e Myles Kennedy degli Alter Bridge”.

L’album è ambientato in un sanatorio e la follia è il fil rouge che collega tutte le 14 traccie e che dà il nome all’album: “La follia tout court è il tema di questo concept album. E nasce da alcune visite, fatte molto tempo fa, a ex manicomi nelle province di Milano e Brescia. – hanno continuato i Lacuna Coil – Camminando in quei corridoi ci immaginavamo i casi umani che erano stati ospitati lì. Ogni canzone è una stanza, una malattia mentale, non solo malattia in sé, ma anche le piccole follie dei tempi che viviamo. “Delirium” parla degli orrori che dobbiamo affrontare nella vita di tutti i giorni esplorando l’ignoto e infine, speriamo, trovando la cura giusta. Un disco nuovo eppure all’antica”.