fotogallery

Australia, si fa il bagno di notte: donna trascinata via da un coccodrillo

CoccodrilloROMA – Si teme la morte della donna scomparsa ieri notte dopo essere stata trascinata via da un coccodrillo nel parco nazionale australiano Daintree.
La 46enne si era immersa nelle acque di Thornton Beach vicino a Cairns nel Queensland per nuotare  con un’amica quando si è consumata la tragedia.
L’amica ha cercato di afferrarla e portarla in salvo, ma la donna è stata trascinata via dal coccodrillo.

Le due, dopo una passeggiata lungo la spiaggia, avevano deciso di fare una nuotata, immergendosi in acqua all’altezza dei fianchi.
Testimoni hanno riferito di aver sentito la donna urlare: “Mi ha preso un coccodrillo! Mi ha preso un coccodrillo”.
L’ultimo attacco mortale nella zona si è verificato nel 2009, secondo l’Australian Broadcasting Corp.

Le ricerche della donna scomparsa sono prosegute lunedì mattina, ma secondo le autorità per la donna ci sono basse probabilità di sopravvivenza.
L’amica della vittima è ricoverata in ospedale per lievi lesioni in stato di shock.

Tuttavia, la tragedia era evitabile.

La zona è nota per essere un habitat naturale dei coccodrilli, e gli operatori turistici organizzano tour per i visitatori che vogliono avvistarne uno.

“Non si può legiferare contro la stupidità umana”, ha detto Warren Enstch, rappresentante dell’area del parlamento australiano.

La parte superiore del nord dell’Australia è ben nota per essere infestata da coccodrilli, ma le aree in cui si trovano di solito sono chiaramente contrassegnate da cartelli di pericolo e gli attacchi coccodrilli non sono così comuni.

15 persone sono state uccise da attacchi di coccodrillo tra il 2005 e il 2015, tutti vittime di coccodrilli di acqua salata.
L’ultimo attacco di coccodrillo fatale nella stessa zona Daintree è stato nel 2009, quando un bambino di cinque anni, è stato preso da un coccodrillo mentre stava giocando con suo fratello e il suo cane sulle rive del fiume Daintree.