scienza

Secondo un nuovo studio, i pesci riescono a riconoscere il volto umano

pesceRoma – Mentre molte persone credono che i pesci abbiano poca memoria, un gruppo di scienziati ha affermato di avere le prove che dimostrano che alcuni di loro, riescono addirittura a riconoscere i volti umani. Un video mostra infatti, una specie di pesce tropicale che ha imparato ad individuare lo stesso volto in alcuni esperimenti di laboratorio. Lo studio, portato avanti dagli scienziati dell’Università del Queensland e di Oxford, ha scoperto che i pesci arcieri, sono in grado di imparare e riconoscere volti con un alto grado di accuratezza.

L’autore dello studio, il Dottor Cait Newport, ha detto: ”Essere in grado di distinguere tra di loro un gran numero di volti umani è un compito tanto difficile quanto sorprendente.” I ricercatori hanno scoperto che questi pesci, pur non avendo la nostra sofisticata corteccia visiva, sono in grado di distinguere un determinato volto tra 44 proposte. Nel video, al pesce arciere – conosciuto per la sua abilità di sputare getti d’acqua per abbattere le prede – vengono presentate due immagini di volti umani, il pesce viene allenato a sceglierne una, utilizzando il suo getto.

In seguito, al pesce viene presentato il volto scelto precedentemente insieme ad una serie di nuovi volti, il risultato è impressionante, il pesce arciere riesce ogni volta a riconoscere il volto ‘giusto’. Il pesce, è stato in grado di completare l’incarico anche nel momento in cui ai volti venivano cambiate le caratteristiche più ovvie, come il colore dei capelli. L’esistenza della ricognizione facciale era già stata precedentemente dimostrata negli uccelli, ma questi, al contrario dei pesci, posseggono la neocorteccia.

Fonte www.mirror.co.uk