spettacolo

Josephine Gillan: “Game of thrones mi ha salvato dalla prostituzione”

josephine-gillan-game-of-thrones-mareiROMA – “Game of Thrones mi ha salvato dalla prostituzione. Mi ha reso una persona più forte”, la scioccante rivelazione arriva da Josephine Gillan che nella famosa serie tv interpreta Marei. La cortigiana dai capelli rossi, prostituta nel telefilm, ha deciso di non nascondere il suo passato e così ha rivelato particolari della sua infanzia e soprattutto della sua adolescenza tribolata al Daily Mail.

Josephine a cinque anni aveva già cambiato cinque scuole mentre la madre cercava di separarsi dal marito violento. È così che a un certo punto è stata affidata a un amico di famiglia che, però, non ha migliorato la sua vita: “Sono cresciuta in casa di un amico di famiglia che mi faceva fumare erba e bere alcol a 12 anni e mi ha fatto provare la cocaina a 14. Poi mi ha violentata ripetutamente, minacciandomi, nel caso lo avessi denunciato, di uccidermi e seppellirmi in giardino”. Confessioni che lasciano attoniti.

Poi il lavoro come prostituta per potersi mantenere: “Stavo lavorando come prostituta e allo stesso tempo facevo film a luci rosse, usando lo pseudonimo di Sophe O’Brien”. È in quel momento che Game of Thrones è arrivato come un’ancora di salvezza. In quel periodo, i creatori della serie cercavano ragazze senza tatuaggi che non avessero paura di girare scene di nudo. Josephine, però, aveva inviato il cv senza tante speranze e ricevere il ruolo è stata una sorpresa assoluta: “Sono rimasta basita: avevo una straordinaria opportunità di fare un po’ di vera e propria recitazione. Non avevo però idea di quanto sarebbe cambiata la mia vita”.