attualita

Tributo di JK Rowling alle vittime del massacro di Orlando

Palace Theatre sulla Shaftesbury

Roma – Lunedì, sono state centinaia le persone che si sono riunite nel quartiere gay di Londra per ricordare le 49 vittime del massacro di Orlando. Anche l’opera teatrale ‘Harry Potter and the Cursed Child’, in scena presso il vicino Palace Theatre sulla Shaftesbury Avenue, ha deciso di unirsi alle centinaia di persone attraverso un tributo colorato. La creatrice di Harry Potter, JK Rowling, ha postato su Twitter una potente immagine, nella quale gli schermi posti all’esterno del teatro ritraevano i colori dell’arcobaleno, famoso simbolo della comunità LGBT. La scrittrice, ha accompagnato l’immagine con l’hashtag #LoveIsLove.

Il tributo, non rappresenta soltanto la solidarietà verso tutte le vittime, ma può essere visto anche come tributo ad una delle vittime in particolare, Luis Vielma, parte integrante della grande famiglia Potter. Il ragazzo, 22 anni, operatore presso l’attrazione Harry Potter and the Forbidden Journey nel parco divertimenti Universal di Orlando, si trovava tra le 49 persone uccise da Omar Mateen. Rowling, aveva già fatto il suo personale tributo al ragazzo, dicendo su Twitter di non riuscire a smettere di piangere dopo esser venuta a conoscenza della sua morte. Secondo quanto riportato da un portavoce per lo Universal Orlando, l’attrazione è stata chiusa in rispetto di Vielma. Un portavoce del parco divertimenti ha detto in un’intervista: ”Siamo profondamente distrutti dalla perdita di uno dei membri del nostro team. Stiamo lavorando per supportare i suoi amici e i suoi colleghi qui nel parco di Orlando. Le nostre preghiere sono rivolte a Luis, alla sua famiglia e a tutte le vittime di questa tragedia.”

Fonte europe.newsweek.com