fotogallery

The Floating Piers, con Christo si cammina sull’acqua

Per sedici giorni – dal 18 giugno a 3 luglio 2016 (tempo permettendo) – il Lago d’Iseo si trasforma in un “miracolo”.
Si chiama The Floating Piers, “i moli galleggianti”, l’enorme installazione realizzata dal land artist americano di origini bulgare Christo Vladimirov Yavachev.
L’opera, già ribattezzata dagli italiani il ponte di Christo, consiste in una lunga passerella galleggiante sul Lago, che collega Sulzano, sulla sponda est, a Monte Isola, l’isola al centro del lago, fino al vicino isolotto di San Paolo dove sorge la villa dei Beretta. Il ponte galleggiante lungo 3 km è realizzato con cubi di polietilene assemblati, che saranno poi ricoperti con un tappeto in tessuto giallo.

the floating piers

L’esperienza

I visitatori possono sperimentare questa opera d’arte e camminare su The Floating Piers da Sulzano sulla sponda est, a Monte Isola, l’isola al centro del lago, fino al vicino isolotto di San Paolo dove sorge la villa dei Beretta.
Il tutto accompagnati dalla cornice delle montagne che circondano il lago, un paesaggio mozzafiato.
Floating Piers è assolutamente gratuito e accessibile 24 ore al giorno, tempo permettendo. Non ci sono biglietti o cancelli, è un’esperienza senza riserve e senza proprietari. “The Floating Piers sono un prolungamento della strada e appartengono a tutti” afferma Christo.

The Floating Piers

Una passerella di 3 km di lunghezza si estende sull’acqua del lago d’Iseo.
I pontili sono larghi 16 metri per 35 centimetri di altezza con pendenza ai lati.
“Coloro che sperimentano The Floating Piers si sentiranno come se stessero camminando sulle acque – o forse sulla parte posteriore di una balena”, ha detto Christo. “La luce e l’acqua trasformeranno il tessuto di colore giallo brillante a tonalità di rosso e oro durante i sedici giorni.”

L’investimento

L’opera ha richiesto un investimento di circa 15 milioni di euro e fa già il tutto esaurito, sono previsti almeno 700.000 visitatori per incassi all’indotto che dovrebbero fruttare intorno ai 3 milioni di euro al giorno: cifre da record per il turismo locale, considerando che l’opera è stata realizzata interamente a spese dell’artista, senza sponsor né un centesimo di denaro pubblico, ma grazie al ricavato delle vendite di altre sue opere.

Regole

The Floating Piers è completamente gratuito e aperto a tutti.
Sono ammessi, passeggini, carrozzine, cani al guinzaglio e museruola, ma niente bici o monopattini.

Il consiglio di Christo?
Vivere l’eperienza a piedi nudi.

Per info e curiosità, visita il sito di Christo “The Floating Piers”

Photo: Wolfgang Volz