tech

Premiati progetti vincitori di ‘Think4South’

Roma – Un dispositivo tecnologico per la sicurezza delle biciclette, una piattaforma web per la diagnosi precoce del melanoma, un sistema per migliorare l’accuratezza del posizionamento delle automobili, soprattutto in caso d’incendio. Sono i tre progetti vincitori di “Think4South”, premio promosso da un gruppo di imprese capitanate dalla multinazionale assicurativa Groupama e destinato alle startup innovative del centro-sud Italia. I progetti premiati sono Bikeeper, I3Dermoscopy e Surpass, e vengono rispettivamente da Catania, Salerno e Roma. L’evento di premiazione si e’ svolto oggi, nella Capitale, nei laboratori di “LuissEnlabs”, ‘acceleratore di startup’ dell’ateno privato. Qui i vincitori del primo premio, i ragazzi catanesi che hanno ideato “Bikeeper”, potranno usufruire di un ‘percorso di accelerazione’ del valore di 80mila euro.

Al bando hanno partecipato circa 170mila imprese giovani, e i vincitori, spiega all’Agenzia Dire il responsabile Digital Transformation di Groupama, Vincenzo Cervino, sono stati selezionati “puntando su criteri di innovazione, di tecnologia innovativa e di utilita’ ai fini del business e ai fini di uno sviluppo anche etico e sociale”. Secondo il vice-presidente di Groupama, Yuri Narozniak, tra gli obiettivi del premio anche quello di “rendere assicurabili cose che prima non lo erano, ad esempio le bici”, e creare strumenti interessanti per le compagnie assicurative che finanziano il premio.

Alla cerimonia era presente anche Mattia Corbetta del ministero dello Sviluppo Economico, che ha ricordato alcune misure adottate dal governo negli ultimi anni per favorire le startup, invitando le imprese tradizionali e ben radicate sul mercato a rivolgersi alle imprese giovani per essere e restare innovative. Con il decreto crescita 2.0 del 2012, le startup, ha sottolineato Corbetta, possono godere di un ampio ventaglio di opportunita’, a partire dalla costituzione che “presto potra’ avvenire on-line senza necessita’ di intermediari, passando alla fase degli adempimenti burocratici alla Camera di Commercio, che avviene gratuitamente”. Esistono misure che permettono di flessibilizzare il processo di configurazione societaria e giuslavoristica. L’accesso alla finanza viene favorito da un’intervento gratuito per le PMI (piccole e medie imprese), per prestiti fino a 2 milioni e mezzo, e incentivi all’investimento in startup innovative per le PMI con capitale di rischio, con modalita’ semplificate per la raccolta di capitali. Grande fiducia nel settore delle startup e’ stata espressa da tutti i partecipanti all’evento, concluso con l’intervento del presidente di Confindustria Giovani, Marco Gay: “In Italia sono piu’ di 23mila le persone impiegate nel settore delle start-up significa- dice Gay- che e’ un’economia che esiste e che l’industria che c’e’ gia’ deve sostenerla per garantirle e garantirsi un futuro”.