La storia

La storia

La storia e’ lo studio dei fatti avvenuti nel passato. La persona che la studia si chiama Storico.

Lo storico viene aiutato da altri studiosi:

Il paleontologo che studia i resti di antichi animali e piante

L’archeologo e’ colui che ritrova nel terreno antchi oggetti, scheletri ed edifici

L’archeosub e’ un archeologo che studia il fondo marino

Il geologo che studia le trasformazioni dell’ambiente

L’antropologo studia le origini e le abitudini di vita dei popoli.

La storia si avvale di vari tipi di fonti quali: fonte orale, fonte materiale, fonte visiva e fonte scritta.

I fossili sono resti di piante ed animali vissuti in tempi lontani e lo storico tramite questi oggetti ci spiega la storia.

 

 

 

La nascita della Terra.

Tutto e’ cominciato da una violenta esplosione chiamata BIG BANG. Con l’esplosione si formarono particelle di materia che iniziarono disperdersi nello spazio con gas e polveri. Le particelle che si raggrupparono formarono il Sole e altri pianeti tra cui la Terra. Quando la terra si raffreddo’ si formo’ la crosta terrestre. Intanto, i gas che fuoriuscivano e vapore acqueo formarono le nuvole piene di acqua che formarono i mari per le forti piogge.

Le terre che emergevano formarono un unico blocco la Pangea ed intorno un immenso mare Panthalassa.

La Pangea si spezzo’ in blocchi dando origine ai continenti e agli oceani.

 

Dall’ Era Arcaica agli australopitechi

I primi viventi comparvero negli oceani nel corso dell’ Era Arcaica (unicellulari, batteri e alghe azzurre), mentre alla fine di questa era comparvero i primi pluricellulari(meduse e vermi).

 

Nell’Era Primaria

si svilupparono alghe verdi, spugne, trilobiti .

Le prime piante diedero ossigeno ed iniziarono ad esserci insetti ,pesci e primi vertebrati.

Dopo un periodo di caldo alcuni pesci che erano riusciti a sopravvivere sia in acqua che in terra si trasformarono in anfibi

.

 

Nell’ Era Secondaria

comparvero i dinosauri padroni della terra . Poi comparvero dei mammiferi e i primi uccelli.

Alla fine di questa Era i dinosauri si estinsero.

Due sono i motivi !

Alcuni sostengono abbassamenti della temperatura che fece morire piante e animali , altro motivo fu la caduta dell’ Asteroide che provocò terremoti e maremoti .

 

Nell’Era Terziaria

i mammiferi continuarono ad evolversi e comparvero scimmie, cavalli, cani, orsi, giraffe, pipistrelli che potevano volare.

Le scimmie erano animali piu’ simili all’uomo e venivano chiamati primati.

Quello che caratterizzava i primati era il pollice opponibile che poteva afferrare tutto.

Poi ci furono gli ominidi nella savana africana che iniziarono a camminare in posizione eretta.

L’austrolopiteco piu’ famoso è nato con il nome di Lucy.

 

 

 

 

 

 

HOMO HABILIS

A meta’ del secolo scorso in Africa vennero scoperti altri fossili di ominidi.

L’Homo Habilis che aveva il cranio con un cervello piu’ grande e le mascelle meno sporgenti.

Veniva chiamato cosi’ “uomo abile” in quanto aveva la capacita’ di scheggiare le pietre battendole una contro l’altra formando strumenti ben definiti come il coltello preistorico chiamato chopper, che serviva a loro per tritare le radici, staccare la carne dalle ossa degli animali, per schiacciare noci.

Homo Ergaster

Circa un milone e mezzo di anni fa comparve nella savana africana l’Homo Ergaster che significa artigiano.

Era piu’ alto e aveva un cervello piu’ grande anche se ancora piu’ piccolo del nostro.

Sapeva scheggiare le pietre in modo preciso ottenendo dei sassi scheggiati a forma di mandorla molto taglienti: amigdale. Venivano utilizzati come coltelli, zappe, accette, e mettendo un manico di legno diventavano asce e lance. Si presume che vivevano lungo corsi di acqua, in grotte soleggiate e che comunicassero tra loro con suoni e gesti.

Homo ergaster era nomade cioe’ non viveva sempre nello stesso posto. Compì delle vere migrazioni dall’Africa in Europa e Asia.

Fu il primo uomo ad usare il fuoco.

All’inizio gli uomini erano in grado di conservare il fuoco sempre vivo, dopo riuscirono a produrlo battendo due sassi insieme.

Questa scoperta fu importante perche’ riuscirono a cuocere gli alimenti ad allontanare le belve, a fare luce e produrre calore.

 

Viviana Mecozzi
I.C. Via Bravetta – Roma

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it