attualita

GrowItUp: Microsoft investe sul futuro dei giovani

growitupROMA – Da oggi le start up si pongono al centro dell’innovazione con GrowItUp, il nuovo progetto di Microsoft e Fondazione Cariplo che investe sulle start up italiane. “Promuovere l’innovazione, dare fiducia, speranza e avvenire ai giovani”, sono questi gli obiettivi che puntano ad essere raggiunti nei prossimi tre anni. Nella pratica, 10 milioni di euro saranno investiti per mettere in contatto le più promettenti start up del nostro Paese con le grandi aziende italiane che aderiranno al progetto. Tra quelle che già hanno aderito Barilla, Alpitour, Enel, Intesa San Paolo e CNH.

Uno sguardo al futuro dei giovani e alla loro crescita da un lato e uno al processo di digitalizzazione delle aziende che da anni rendono grande il Made in Italy. “In questo Paese – ha detto il presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti – abbiamo la fortuna di avere milioni di ragazzi preparati, attivi, determinati. Ma che hanno bisogno di avere la possibilità di tradurre in realtà i loro sogni”. GrowItUp si inserisce in questo contesto creando un ponte tra chi vuole costruirsi un futuro e ha il talento giusto per farlo e chi possiede il know – how ma ha bisogno di “svecchiarsi” in qualche modo. Insomma, si tratta di una collaborazione aperta e reciproca che non può che giovare all’Italia. Un piccolo passo per evitare la “fuga dei cervelli” di cui il nostro Paese è protagonista.

growitup

“Le aziende devono riuscire a stare sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza più attenta all’innovazione tecnologica, altrimenti arriverà qualcuno a rubargli il business. – ha proseguito il vicepresidente di Microsoft, Nagraj Kashyap – In Italia c’è la manifattura, ci sono le competenze tecniche e di design. Ci sono tutti gli ingredienti perché il paese prenda la via della trasformazione digitale”.

GrowItUp: i settori di intervento

Per innescare un circolo virtuoso tra innovazione, crescita e sviluppo – come si può leggere sul sito della Fondazione Cariplo –  saranno 7 i settori coinvolti, quelli che meglio rappresentano l’eccellenza italiana e che offrono le più grandi opportunità:

  1. Food,
  2. Fashion & Design,
  3. Manufacturing,
  4. Energia,
  5. Servizi finanziari,
  6. Turismo & Entertainment,
  7. Health & Beauty

Per tutte le informazioni tecniche sulla selezione e su come aderire ecco il sito dedicato al progetto.