spettacolo

I TU in orbita con “Robot Girl”

TU ROBOT GIRLS FRAME1edited

Roma – È uscito oggi lo “spaziale” videoclip dei TU, il poliedrico duo composto da Sebastiano Forte e Federico Leo. Dopo la fortunata partecipazione a Crack!, il festival internazionale di fumetti che li ha proiettati nella TOP 5 della classifica pop finlandese, i TU presentano il videoclip di “Robot Girl” realizzato con la complicità dell’ANGELO MAI di Roma e in collaborazione con FRAMEPOOL, società tedesca che detiene il più grande archivio di video stock Rights Managed in Europa, secondo al mondo solo a Getty Images, che ha avuto un ruolo decisivo per l’acquisizione delle immagini di repertorio delle missioni spaziali. Il video infatti con un buon 90% di probabilità, contiene le immagini originali della missione Apollo 11 che, con un buon 90% di probabilità, portò per la prima volta un uomo a posare il piede sulla Luna. Roboto Girl è condito al 100% dell’ironia che contraddistingue i TU, nell’occasione visibilmente emozionati di potersi calare nei panni delle popstar e fare il verso all’industria creativa musicale degli anni ’80.

I TU SONO:

SEBASTIANO FORTE alla chitarra, voce, loop, un sacco di altre cose, nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore e come predetto dall’oracolo di Delfi, si laurea in psicologia e si masterizza in musicoterapia. Con i Qbeta ha suonato al Social Forum Mondiale di Porto Alegre in Brasile, al Social Forum del Mediterraneo a Barcellona, all’Austin City Limits festival in Texas e al Concertone del Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma. Con il progetto L.E.D. ha prodotto “Life Emission Display” (Funkyjuice Rec.) distribuito in Europa, Stati Uniti e Giappone. Compone inoltre musica per il teatro e per il cinema.

FEDERICO LEO alla batteria, voce, pedali, malgrado sia un batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz si è laureato in grafica per distrarre i concorrenti. Si è poi diplomato al biennio di Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. A Umbria Jazz vince una borsa di studio per frequentare un anno il Berklee College of Music di Boston ma è una cosa che non farà mai. Membro del collettivo romano d’improvvisazione musicale Franco Ferguson, si è ritrovato a suonare oppure suona ancora con i LUZ, i Gronge, i Nidi d’Arac, l’Operaja Criminale, la Bottega Glitzer, Valentina Lupi, i Moheir, Stefano Scarfone, i Koiko, Armaud.

web: www.nonavraialtroduoallinfuoriditu.it/