scienza

Facebook Aquila, quando Internet piove dal cielo

facebook aquila droneROMA – Facebook Aquila ha un solo scopo: portare Internet nelle zone più remote del Pianeta. Un progetto ambizioso che sgancia il social network dal puro intrattenimento proiettandolo nel futuro dell’alta tecnologia.

Facebook Aquila e la rete piove dal cielo

Portare Internet a oltre un miliardo e mezzo di persone, al momento escluso dalla ‘rete’ globale. Questo lo scopo ultimo di Facebook Aquila, l’aereo drone che Mark Zuckerberg e i suoi laboratori hanno voluto per cancellare il digital divide. Foreste, montagne, isole e deserti sempre connessi. Ovunque ci sarà un insediamento umano o anche un solo uomo, ci sarà connessione. Dopo i satelliti, le mongolfiere di Google e i comunissimi cavi ecco la connessione Internet a domicilio e che piove dall’alto.

Facebook Aquila il progetto

Aquila fa parte di Connectivity Lab, un progetto volto a ideare e costruire nuove tecnologie. Apparecchiature in grado di portare ovunque le connessioni wireless. Aquila è un drone solare ad alta quota e con lunga autonomia. In queste ore è stato ultimato il suo primo test di volo. L’aereo targato Facebook si è attestato sui 2.150 piedi di altezza, consumando solo 2.000 watt di potenza. Per capire la sua straordinarietà basti pensare che il consumo registrato non è superiore a quello di un forno a microonde o di un qualunque asciugacapelli. L’aereo solare è rimasto in quota per 96 minuti, ossia più del triplo del tempo rispetto al minimo previsto per questa missione.