esteri

Verizon compra Yahoo, aperta sfida a Google e Facebook

verizon compra YahooROMA – Verizon compra Yahoo, o meglio i suoi servizi internet, e, ora, la sfida a Google e Facebook può dirsi aperta. Non è una guerra che si combatte a suon di brevetti, algoritmi o app, al momento le armi scelte sono quelle dell’alta finanza.

Verizon compra Yahoo a suon di miliardi

4,8 miliardi di dollari. Questa la cifra, astronomica, che Verizon ha ‘sganciato’ per acquisire i servizi Internet di Yahoo. Primi fra tutti Yahoo Mail e Yahoo finanza. La statunitense Verizon Communications deve il suo nome a un neologismo sincratico composto da due parole: Veritas e Horizon. È una delle società più attive sul mercato. L’anno scorso, infatti, l’acquisizione di Aol, società da sempre impegnata nelle attività di ‘rete’ e nell’audiovisivo. L’acquisto, anche quella volta, per oltre 4 miliardi di dollari. L’acquisizione, che si completerà solo all’inizio del 2017, esclude alcuni brevetti brevetti e le quote in Alibaba e in Yahoo Japan. Queste resteranno di proprietà dell’attuale società che dopo lo scorporo dei servizi Internet cambierà nome per trasformarsi in una società di investimento.

Verizon compra Yahoo, ecco il perché

Un noto marchio che agisce in rete e che esiste, quasi, dallo stesso tempo di Internet ha un valore altissimo. Anche quando da tempo ha ceduto lo scettro. Yahoo si fonderà presto con Aol per trasformarsi in un nuovo colosso web a caccia di pubblicità e nuovi servizi da offrire agli utenti. Verizon, che agisce soprattutto nel campo della telefonia mobile, cerca, quindi, nuovi orizzonti da esplorare per fare business. Nuovi orizzonti e vecchi nemici per il giovane colosso che segna i suoi primi passi. Google e Facebook sono gli avversari, sono loro che raccolgono il fatturato pubblicitario più alto in rete. Yahoo, al momento deve accontentarsi di una quota pari ad appena l’1,5% a fronte della doppia cifra, oltre il 10 per cento per la seconda e il 30 per Big G. Yahoo comunque non è poi così moribonda come la dipingono gli analisti. Nel 2009 era ancora il ‘suffisso di posta più diffuso in rete, e, oggi, usufruiscono del suo motore di ricerca e delle sue news oltre un miliardo di persone.

Verizon compra Yahoo, la voce dei protagonisti

L’ad di Verizon, Lowell McAdam, ha spiegato che le attività verranno integrate con quelle di Aol per creare

una grande compagnia mediatica globale e contribuire all’accelerazione del nostro flusso di ricavi nella pubblicitàdigitale“.

Per Marissa Mayer, ultima ad della Yahoo che conosciamo,

Yahoo è una compagnia che ha cambiato il mondo e continuerà a farlo attraverso questa integrazione con Verizon e Aol”. Sullo scorporo ha poi precisato è “un passo importante del nostro piano per liberare valore per gli azionisti di Yahoo“.