attualita

Da Snowden arriva una custodia anti-spionaggio per smartphone

custodia anti-spionaggioROMA – Una custodia in grado di bloccare eventuali tentativi di spionaggio sul proprio smartphone. E’ questa in sintesi la funzione di Introspection Engine, l’apparecchio a prova di spia, realizzato a quattro mani da Edward Snowden e il noto hacker statunitense Andrew Wang.

Custodia anti spionaggio per professioni a rischio

Quello che al momento rimane solo un progetto su carta, è stato presentato dall’ex consulente NSA, l’Agenzia per la sicurezza nazionale statunitense, durante la conferenza ForbiddenResearch (organizzata dal Massachusetts Institute of Technology).

La custodia anti-spionaggio è stata pensata per tutte quelle persone, giornalisti in primis, che possono entrare in possesso di dati sensibili e attirare l’attenzione dei governi.

Introspection Engine rileva il traffico anomalo

Al momento, Introspection Engine è stata progettata iphone 6 e il suo utilizzo è abbastanza semplice. Sul retro è posizionato un display che informa il possessore di smartphone del traffico dati in entrata e in uscita. Così, nel caso in cui la custodia rilevasse traffico anomalo sarebbe in grado di spegnere automaticamente il telefono.

Intento del progetto è quindi evitare che tutti i segnali elettrici emessi dal telefono, come il wi-fi e il bluethoot vengano monitorati in maniera costante e intercettati da malintenzionati.