tech

Apple aggiornamento iOS. Iphone nella guerra internazionale delle spie

Apple aggiornamento iOS 2ROMA – Apple ha rilasciato in tutta fretta un nuovo aggiornamento per i suoi melafonini. Rilasciato, dopo le falle scoperte in questi giorni, iOS 9.3.5, un aggiornamento che gli esperti consigliano di installare al più presto. Tramonta così, definitivamente, il mito dell’inviolabilità degli iPhone. Un punto di forza, quello di Cupertino scardinato a colpi di hackeraggi.

Apple aggiornamento iOS.  Iphone e la guerra delle spie

Arabia Saudita, Israele, Stati Uniti e Canada. Rientrano tutti questi Paesi nella vicenda legata all’aggiornamento di iOS. Una storia degna delle migliori spy story raccontate al cinema o nei best seller. Tutto ha inizio in Arabia Saudita dall’iPhone di Ahmed Mansoor. Difensore dei diritti umani in Arabia Saudita, Mansoor non è nuovo ad attacchi informatici. Proprio la sua esperienza e la sua prontezza di spirito ha scoperchiato questo strano giro di spie informatiche.  Ricevuto un articolo su presunte torture perpetrate ai danni di alcuni concittadini, Mansoor si è accorto della presenza di un link sospetto presente nel messaggio. Insospettito ha inviato tutto ai ricercatori informatici del Citizen Lab dell’Università di Toronto. Da qui la scoperta della presenza di un malware e l’allerta inviata subito alla Apple.

Apple aggiornamento iOS. Il presunto coinvolgimento di una società israeliana

Per i ricercatori del Citizen Lab non ci sono dubbi. L’articolo giornalistico inviato a Mansoor, conteneva un potente e Apple aggiornamento iOSsconosciuto spyware. Un programma malevolo in grado di spiare e prendere il controllo completo dell’Iphone. A distanza e a comando la possibilità di leggere le e-mail, i contatti, attivare il microfono e la telecamere del dispositivo senza lasciare traccia. Per i ricercatori Pegasus, questo il nome del software, porta la firma di una società israeliana, la la NSO Group. Fondata nel 2009 la compagnia, specializzata nella produzione di software, è ora nelle mani di un Fondo americano che ne detiene la maggioranza. La NSO lavora molto con i governi e agenzie di sicurezza fornendo software e dispositivi atti allo spionaggio.

Apple e le falle dell’Iphone

Ahmed Mansoor potrebbe non essere l’unica vittima dello spionaggio internazionale. Già in passato attivisti di associazioni non governative e giornalisti sono stati spiati da governi e avversari politici. Il mito di invulnerabilità di iOS è definitivamente tramontato. Resta, comunque, da ammirare la tempestività mostrata dalla Apple. iOS 9.3.5 è stato immediatamente rilasciato. Un nuovo aggiornamento per tappare le falle del sistema. Gli analisti consigliano a tutti gli utenti una sua installazione immediata.