fotogallery

Il canto libero di Lucio Battisti s’innalza altissimo 18 anni dopo

lucio battistiROMA – “Le bionde trecce, gli occhi azzurri e poi…”
E poi Lucio Battisti, indimenticabile autore di alcuni dei più grandi successi che hanno fatto la storia della musica italiana.
Ancora 18 anni dopo la sua morte, la voce di Lucio continua a suonare con una chiatarra nelle notti d’estate, nelle radio dei 18enni di oggi e nel cuore dei 18enni di ieri, che hanno almeno un ricordo legato alle sue canzoni.

Dopo il fortunato sodalizio artistico con Mogol, Battisti fu consacrato nell’olimpo dei grandi artisti italiani, sfornando capolavori uno dopo l’altro.

Un successo “spaziale”, al punto che, non molti sanno, è stato intititolato nel 1997 un asteroide in suo onore, “9115 Battisti”.

Battisti si era già ritirato dalle scene musicali quando la mattina del 9 settembre del 1998 si spense dopo un lungo ricovero nell’Ospedale San Paolo di Milano.
Lucio Battisti muore all’età di 55 anni: le cause della morte non saranno mai comunicate ufficialmente.

Riassumere tutti i successi di Battisti è impossibile.
Pezzi immortali, che non smetteremo mai di cantare.
La redazione di diregiovani.it ha scelto i suoi 10 brani preferiti.

Qual è la vostra canzone del cuore?

Lucio Battisti – Il Mio Canto Libero (1972)

Lucio Battisti – Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi… (1972)

Lucio Battisti – Pensieri e Parole (1971)

Lucio Battisti – Emozioni (1970)

Lucio Battisti – Io vivrò (Senza te) (1969)

Lucio Battisti – I giardini di marzo (1972)

Lucio Battisti – Fiori Rosa Fiori di Pesco (1970)

Lucio Battisti – Il Tempo di Morire (1970)

Lucio Battisti – Balla Linda (1969)

Lucio Battisti – Prendila così (1978)

Lucio Battisti – I ritorni (1990)