salute

Il primo trapianto di reni effettuato da un robot

medicoRoma – Due Inglesi, hanno lasciato l’ospedale solo quattro giorni dopo aver subito un’operazione di trapianto dei reni effettuata da un robot. Siobhan Morris, 42, e Andy Brooks, 58, che hanno subito il trapianto a distanza di un giorno l’uno dall’altro, sono stati i primi pazienti di un ‘chirurgo’ non – umano.

Secondo quanto riportato dal Sunday Times, l’operazione è stata così accurata che ai due pazienti, per far fronte al dolore post operatorio, è stato prescritto solo del semplice paracetamolo. Basti pensare, che ai pazienti che subiscono interventi del genere, vengono solitamente prescritte grandi dosi di morfina.

Morris, che ha già subito un intervento di trapianto di un rene nel 2007, ha detto: ”E’ impressionante, ho sentito l’80 % in meno del dolore che ho sentito la prima volta!” Le parole di Brooks sono state: ”Il ricovero post operatorio è stato molto più corto rispetto a quello di qualsiasi altro tipo di intervento. Sono stata operata di Sabato e Domenica già riuscivo a scendere dal letto e camminare. E ’stata un’esperienza fantastica.”

Nizam Mamode, chirurgo specializzato nei trapianti, che si è occupato di controllare il robot durante i due interventi, ha detto: ”Per quanto riguarda la velocità di guarigione, siamo rimasti senza parole. Un paziente normale, sarebbe rimasto sotto morfina per tre o quattro giorni. Il primo paziente non ha quasi avuto bisogno di cure dopo l’intervento ed è tornato a casa appena tre giorni dopo. Credo che tutto questo rivoluzionerà di gran lunga il mondo della chirurgia.”

Fonte www.ibtimes.co.uk