music and future

Kings of Funk, tornano gli What a Funk?!

what-a-funkROMA – Dopo “Ciao!” e “Draw it on the wall”, in rotazione su Rock Tv Italy e con migliaia di views all’attivo, archiviata la prima parte del loro mirabolante This is a Tour!, gli What a Funk?! presentano il videoclip di “Kings of Funk”, terzo estratto da “This is an album!” (IndieBox Music/Artist First/Self). “Kings Of Funk” è una canzone-manifesto che descrive come gli What A Funk?! vivono la musica e perché. Un rapporto intenso, totalizzante che si esprime in ogni fase della loro vita artistica e che raggiunge il suo apice sul palco, attraverso shows coinvolgenti, fisici, catartici.

“Noi saliamo sul palco per vivere i nostri pezzi, ogni volta è diverso, energie diverse, momenti diversi. Saliamo per dare tutto, senza pensare a cosa faremo, sappiamo solo la scaletta e che dobbiamo arrivare alla fine senza fiato… Per lasciare senza fiato chi è lì per noi.” – What A Funk?!

 What a Funk?! il singolo

“Kings of funk” vuole essere anche un omaggio ai grandi del genere e a tutti gli straordinari musicisti che, soprattutto durante l’esperienza americana, hanno avuto modo di conoscere, con i quali si sono esibiti, dai quali hanno tratto insegnamenti fondamentali per loro crescita personale e artistica.  “Kings Of Funk”, traccia di chiusura di “This is an Album!”, è l’ultimo pezzo scritto dalla band in ordine cronologico. E’ il brano più psichedelico del disco arricchito dai suoni di synth e talk box che si ispirano alle nuove avanguardie funk, con un ritornello martellante destinato a fissarsi in testa. Tradizione e sperimentazione danzano insieme follemente dando corpo a un episodio musicale sentito e stupefacente, dedicato ai miti che li hanno ispirati e a chi, come loro, vive la musica in maniera totale.

What a Funk?! il video

Il video, come da tradizione in casa WAF, non mancherà di sorprendere l’ascoltatore. Mai banali nelle loro produzioni aggiungono un nuovo capitolo alla loro “filmografia”. Girato in gran parte a Venice Beach in California si rifanno questa volta allo stereotipo del classico videoclip Hip Hop americano. A dirigere l’azione, un continuo scambio di messaggi tra la band e un fantomatico regista (la cui identità sarà svelata solo nel finale), espediente narrativo che calerà i nostri in situazioni talvolta assurde. Un video divertente, folle e bizzarro, come solo gli What A funk?! sanno essere.