fotogallery

Manuel Agnelli e gli Afterhours tornano a Roma il 18 settembre

manuel agnelliROMA – Dopo il debutto televisivo come giudice di X-Factor 10, Manuel Agnelli torna a Roma con gli Afterhours domenica 18 Settembre 2016 al C.S.O.A. Forte Prenestino.

I luoghi occupati, fucina di nuove idee e sperimentazioni, non vengono fuori da altro che non sia il sostegno spontaneo e la complicità delle migliaia di persone che li attraversano.

Sono realtà che hanno disegnato luoghi dove il patrimonio pubblico non è ostaggio delle clientele ma è gestito direttamente dai cittadini, dove lo spazio urbano è creato da chi lo vive, dove i quartieri e le periferie non sono abbandonati a loro stessi.

Sono realtà dove essere illegali non vuol dire sottrarre alla collettività, ma riprendersi posti deliberatamente abbandonati e in attesa di future speculazioni, senza trarne alcun profitto se non quello di restituire ricchezza in forma di cultura e socialità. Restituire posti vivi in cui il profitto è sociale, non economico, posti che sono cresciuti negli ultimi 30 anni con una storia fatta di ricerca, culture, scoperte, iniziative, laboratori, resistenza. Esperienze che hanno reso Roma città aperta viva, vitale, ospitale, sostenibile.

“Abbiamo scelto di organizzare il concerto del 18 settembre al CSOA Forte Prenestino a Roma per supportare il Forte stesso e simbolicamente, tramite questo storico e bellissimo spazio occupato della Capitale, tutti gli altri spazi liberati che sono ormai da anni sotto scacco delle amministrazioni comunali susseguitesi in città.
Il #folfiriofolfoxtour si chiuderà ufficialmente con la data di Bologna del 17 settembre mentre questo evento sarà invece una vera e propria festa in occasione del trentennale del CSOA organizzata in collaborazione con gli occupanti del Forte Prenestino, con il supporto della nostra crew e la partecipazione degli ZU che si esibiranno prima di noi.
L’ingresso sarà a sottoscrizione per la costruzione di iniziative a sostegno degli spazi liberati sotto minaccia di sgombero.
Venite in tantissimi a festeggiare con noi e a dare in questa maniera voce e luce alla storia di questi luoghi restituiti alla comunità dove si continua a sostenere, creare e diffondere cultura, lontano dalle logiche del profitto”

Afterhours