ambiente

Artico sempre meno ghiacciato. Settembre mese record in negativo

artico-ghiaccio-si-scioglieROMA – I primi dieci giorni di settembre un periodo disastroso per l’Artico. Sono andati persi 34.100 chilometri quadrati di ghiaccio al giorno. Una cifra di molto superiore alla media registrata, nello stesso periodo, negli anni scorsi (circa 21mila chilometri quadrati). I dati scientifici arrivano da studi compiuti e divulgati dal National Snow Ice Data Center dell’Università del Colorado, in collaborazione con la Nasa.

Artico, dati allarmanti sullo stato dei ghiacciai

Quelli conteggiati con l’aiuto dei satelliti sono numeri allarmanti. L’Artico perde una gran quantità dei suoi ghiacci e a rimetterci è l’intero Pianeta. Nello specifico, lo studio, nei soli primi dieci giorni di settembre, ha registrato una superficie ghiacciata di solo 4,14 milioni di chilometri quadrati. Trent’anni fa la superficie si estendeva su circa 12 milioni di chilometri quadrati. Quello registrato in questo 2016 è, per l’Artico, il peggior mese di settembre di sempre. Secondo solo al 2012 quando i chilometri quadrati censiti furono solo 3,39 milioni. Facendo i dovuti raffronti, quindi, i tecnici hanno stabilito che la perdita di superficie ghiacciata, quest’anno, è stata di almeno 34.100 chilometri quadrati al giorno.

Artico, dati allarmanti sullo stato dei ghiacciai le possibili cause

La riduzione dei ghiacciai sarebbe imputabile a diversi fattori concomitanti. Nel mirino degli studiosi ci finisce l’innalzamento delle temperature dovuto alle forti emissioni di CO2. Sul banco degli imputati anche il passaggio di due cicloni estivi. Entrambi nel mese di agosto. L’area maggiormente “danneggiata” è quella nel mare dei Ciukci, situata tra l’omonima penisola e l’Alaska.

Le foto e il video sono stati tratti dal sito ufficiale della NASA