attualita

Al via una ‘sfida d’amore’ per Villa Farnesina a Roma

loveitaly-challengeRoma – Al via il LoveItaly Challenge, l’iniziativa nata da un’idea del comitato giovani di LoveItaly per coinvolgere gli universitari italiani e stranieri del Lazio nella promozione del patrimonio culturale di Roma. Il progetto e’ stato presentato oggi nella Capitale nel corso di una conferenza stampa nella sede di Luiss Enlabs in via Marsala da un gruppo di protagonisti a vario titolo dei processi di valorizzazione dei beni culturali italiani: Alessandro Zuccari (ordinario dell’universita’ La Sapienza di Roma e socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei), Richard Hodges (presidente LoveItaly e rettore dell’American University of Rome), Piero Angela, Paolo Petrocelli (presidente Comitato Giovani della Comm. Naz. It. per l’Unesco), Claudia Giommarini (responsabile Etica, Responsabilita’ e Sostenibilita’ Luiss Guido Carli), Maria Laura Santarelli (direttore CISTeC dell’universita’ la Sapienza), Alice Valente (responsabile comunicazione Fondazione Italiana Accenture) e Andrea Paolantoni (Palombini ricevimenti), moderati dal presidente di LoveItalyYoung Alan Favuzzi.

Il progetto

“Il progetto LoveItaly Challenge e’ stato creato dai giovani per i giovani. Nasce dalla voglia di costruire il nostro futuro, partendo dalle fondamenta di questo paese: la sua cultura”. Cosi’ Alan Favuzzi ha descritto lo spirito dell’iniziativa che si pone l’obiettivo di partire dal mondo accademico per coinvolgere i giovani nella creazione di una concreta proposta di valorizzazione e musealizzazione di Villa Farnesina, sede di rappresentanza dell’Accademia del Lincei. In particolare, i giovani universitari dovranno sviluppare idee originali per la creazione di un punto bookshop da realizzare all’interno della Saletta Pompeiana e dei due ambienti ad essa adiacenti attualmente chiusi al pubblico. luiss_enlabs

I tempi

Il LoveItalyChallenge avra’ ufficialmente inizio il prossimo 13 ottobre con un evento di apertura a Villa Farnesina, che sara’ anche la sede della cerimonia di premiazione del 12 dicembre. Il tentativo, come spiega Favuzzi, e’ di “testare un format” per poi portarlo fuori regione. Infatti, sottolinea Richard Hodges, “il territorio italiano e’ ricco di opere d’arte di valore universale che hanno bisogno del sostegno di tutti e in particolare del prezioso contributo dei giovani nelle azioni di tutela e valorizzazione. Le nuove generazioni hanno a disposizione un immenso e inestimabile patrimonio culturale a cui attingere e da sfruttare per creare inoltre nuove opportunita’ di lavoro”.

I partner

Fondamentale per la realizzazione del contest, la sinergia tra l’Accademia dei Lincei, Villa Farnesina, Fondazione Italia Accenture, Fondazione Nando ed Elsa Peretti, Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, LVenture Group e Palombini Ricevimenti, a testimonianza della trasversalita’ degli attori e delle discipline che il progetto intende coinvolgere. “Di queste sinergie”, dichiara Paolo Petrocelli, “bisognerebbe svilupparne di piu’ e il mio augurio e’ proprio che queste iniziative si moltiplichino in tutta Italia”. La piattaforma digitale ideaTRE60, messa a disposizione dal Digital and Knowledge partner Fondazione Italiana Accenture, ha attivato il sito loveitalychallenge.ideatre60.it, su cui gli studenti interessati a partecipare potranno registrarsi.