spettacolo

Al posto tuo, di lavoro e famiglia si può anche ridere

al posto tuoROMA – Al posto tuo, o meglio cosa non si fa pur di poter lavorare. L’esilarante commedia di Max Croci esce, finalmente, al cinema. Una storia surreale ma che racconta bene le difficoltà di oggi del mondo del lavoro. Fusioni societarie, esuberi, lo spettro del licenziamento. C’è tutto questo in Al posto tuo ma condito con tanta, tanto ironia. Del resto la scelta del cast – Luca Argentero,  Stefano Fresi, Serena Rossi e Ambra Angiolini solo per citare alcuni interpreti – tradisce l’essere commedia della pellicola.

Al posto tuo, la sinossi

Luca Molteni è un uomo affascinante, single per scelta e ha un gran successo con le donne. Rocco Fontana è sposato con Claudia, ha tre figli, una casa in campagna ed è perennemente a dieta. Uno è un preciso geometra, l’altro un estroso architetto. Hanno in comune solo una cosa: il lavoro. Entrambi direttori creativi di due aziende di ceramiche e sanitari sull’orlo della fusione, si sfideranno per conquistare l’unico posto di Responsabile nella nuova società. Le qualità dell’uno sembrano mancare all’altro e proprio per questo l’azienda decide di far loro una “proposta indecente”: un vero e proprio “scambio di vite” per cercare di capire (e accettare!) le rispettive abitudini e gli immancabili i segreti…

Al posto tuo trailer, scene e backstage