tech

Facebook Workplace: il social network lancia la sfida a LinkedIn

facebook workplaceROMA – Si chiama Facebook Workplace, l’ultima novità arrivata nel social network di Mark Zuckerberg, disegnata appositamente per rimpiazzare i ‘vecchi’ strumenti di business, come le e-mail.

Una novità che è anche una sorta di sfida a LinkedIn e a sistemi di condivisione del lavoro come Yammer di Microsoft e Slack.

Facebook Workplace, la piattaforma per mantenere i contatti con i propri colleghi di lavoro

L’applicazione somiglia, in tutto e per tutto, a Facebook. È infatti dotata di video streaming e delle chat, ma viene mantenuta completamente separata dai profili pubblici degli utenti.  Stesse funzioni, target diverso insomma. Il primo servizio a pagamento del social network, è, infatti, diretto ai lavoratori e alle aziende. La piattaforma prevede un sistema di tariffe mensili per utente attivo. Le aziende pagano solo per quello che effettivamente utilizzano. Più utenti attivi ha un’organizzazione, meno pagherà per ognuno di questi.

In una delle ultime interviste, la compagnia ha fatto sapere: “Abbiamo visto che Facebook riesce a mantenere le persone in contatto con i propri amici e famigliari, Workplace fa lo stesso con i colleghi di lavoro. Abbiamo portato il meglio del nostro social network anche sul posto di lavoro”.

Facebook Workplace a partire da oggi è disponibile “per ogni organizzazione che voglia accedervi – spiega una nota. – Abbiamo lanciato la versione beta che conta più di 1.000 organizzazioni che la utilizzano in tutto il mondo, in ogni continente ad eccezione dell’Antartide, e più di 100.000 gruppi già attivi”.

Tra le funzioni di Workplace ci sono, tra le altre, i Gruppi Multi-aziendali, la traduzione automatica, i Trending post, i filtri di Ricerca. In particolare i primi, sono gruppi condivisi che consentono ai dipendenti di organizzazioni diverse di poter lavorare insieme, a patto di far parte di Facebook Workplace.