fotogallery

Simoncelli, il ricordo dello spirito immortale della MotoGP

58-per-sempre-marco-simoncelliROMA – Il 23 ottobre del 2011, a seguito di un incidente sul circuito di Sepang, Marco Simoncelli ha concluso la sua corsa.
Sic, come lo chiamavano amici e sostenitori, aveva la vita nelle vene e quell’ ardente passione non si è mai consumata: chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo può confermarlo.
Un amore intenso per la vita e per la moto, amore che ha trasmesso alla gente, quella comune, che ha provato simpatia e complicità nel vedere un giovane ragazzo così vivo, così appassionato e così vero.
Correva Marco, adorava “cavalcare” la sua Honda RC212V e quell’adorazione non gliel’avrebbe mai fatta lasciare, neanche quando quel giorno la sua moto raschiò l’asfalto.
Amato da tutti, ma d’altronde impossibile non farlo: quel sorriso, quei riccioli scapigliati e quella sua spensieratezza riflettevano un ragazzo comune, il figlio, il fratello, il fidanzato, l’amico, il vicino di casa.

Ma il sorriso che Super Sic ci ha lasciato in eredità emoziona ancora.

simoncelli