spettacolo

I socialisti vincono Pechino Express 2016. Secondi i contribuenti

socialisti vincono pechino expressROMA – I socialisti vincono Pechino Express. A sorpresa Alessio Stigliano e Alessandro Tenace salgono sul podio dell’edizione 2016, aggiudicandosi 10 mila euro in gettoni d’oro da donare in beneficenza.

I theShow – come sono conosciuti sul loro canale youtube da migliaia di visualizzazioni – sono riusciti a sbarazzarsi della concorrenza, lasciando dietro i Contribuenti, gli Innamorati e gli Spostati.

Secondi, infatti, Diego Passoni e Cristina Bugatty, vincitori di 4 tappe su 9. Terza Lory Del Santo e il suo toy boy Marco Cucolo. Quarti Tina Cipollari e Simone Di Matteo. Quest’ultime due coppie in lizza per la vittoria sin dall’inizio secondo i bookmaker.

I socialisti vincono Pechino Express dopo 7000 chilometri percorsi

Hanno percorso 7000 chilometri, partendo dalle bellissime Ande colombiane a Bogotà. Hanno attraversato tre Paesi carichisocialisti vincono pechino express di cultura per arrivare fino in Messico, nella culla della civiltà Azteca e toccando con mano ciò che resta delle Civiltà Perdute.

Alessio Stigliano e Alessandro Tenace sono, poi, stati i primi a scalare la Piramide de Tula ed essere incoronati vincitori della quinta edizione del programma, dopo una spaventosa prova nell’hotel abbandonato di Posada del Sol e un velocissimo autostop (con l’aiuto di un connazionale).

“I theShow hanno sempre dimostrato positività e leggerezza, spirito con il quale hanno affrontato ogni missione – seppur magari non rientrasse nelle loro abilità – che li ha portati alla conquista di una sola medaglia durante le otto tappe, ma anche a piazzarsi costantemente nei piani alti della classifica e salvarsi dal rischio eliminazione, che infatti li ha visti coinvolti solamente all’alba della finale.  – si legge sul sito di Pechino Express – Hanno conosciuto appieno la gente locale, entrando totalmente nello spirito del viaggiatore tipo di Pechino Express. Indimenticabili i loro momenti con Nicolas, l’uomo non vedente che mendicava per le vie di San Juan la Laguna, e Gabriel, il ragazzo invaghitosi di loro durante la seconda tappa e che ha dato loro ospitalità per la notte a Medellin”.