tech

AirSelfie, il primo drone per dire addio ai soliti autoscatti

 

airselfie droneROMA – Con AirSelfie drone, finalmente, si potrà dire addio ai soliti e banali “autoscatti”. Per divertirsi con gli amici, per essere davvero originali, ecco il primo mini drone studiato appositamente per i selfie “volanti”.

Il drone nasce dall’intuizione di un giovane imprenditore italiano, Edoardo Stroppiana, e da una campagna di crowdfunding lanciata su Kickstarter. L’idea è semplice, costruire un drone a basso costo, dedicato alle fotografie, e dalle dimensioni molto ridotte. AirSelfie oggi è comunque più di un’idea. I primi esemplari già a marzo dell’anno prossimo in edizione limitata. Il suo costo si aggirerà sui 180 euro. Una volta terminata la campagna promozionale, quando il drone sarà ufficialmente commercializzato, il suo prezzo di vendita si aggirerà sui 300 euro.

airselfie-4

AirSelfie, caratteristiche tecniche

airselfie-3AirSelfie ha dentro di sé una videocamera, in grado di scattare anche singoli fotogrammi, da 5 megapixel. È corredato di sistema wi-fi e alloggiamento per una scheda micro SD. La batteria, da 260mAh, ricaricabile in appena trenta minuti, garantisce un’autonomia di volo di tre minuti. Il dispositivo, leggero – poco più di 50 grammi – perché in alluminio, è alloggiato nella speciale cover dello smartphone.

AirSelfie, come si usa

Tre le sue modalità di funzionamento. Selfie mode, Motion control mode e Flying mode. La prima è la più semplice e intuibile. Con gli appositi comandi presenti sull’app dello smartphone il mini drone si alza in volo e una volta posizionato scatta foto che invia allo smartphone tramite wi-fi. Grazie alle altre due funzioni lo smartphone diventa una cabina di pilotaggio complessa ma precisa la millimetro per effettuare foto e video con il drone in volo.