tech

Apple, guida autonoma grandi investimenti ma solo nel software

apple-guida-autonoma-2ROMA – Apple, guida autonoma grandi investimenti ma solo nel software. È questo in sintesi il contenuto di un documento di cinque pagine che Cupertino ha inviato alla National Highway Traffic Safety Administration. A firmare la lettera dello scorso 22 novembre Steve Kenner Director of Product Integrity, Apple.

Apple guida autonoma forti gli investimenti

Per la prima volta, quindi, la Apple esce allo scoperto mostrando interesse per i veicoli a guida autonoma. A differenza però di un altro colosso del web, Google, il suo impegno si limiterebbe al software necessario ai veicoli del futuro.

“The company is investing heavily in the study of machine learning and automation, and is excited about the potential of automated systems in many areas, including transportation”.

L’azienda, si legge nella lettera, sta investendo pesantemente nello studio di “machine learning” e nell’automazione compreso il trasporto.

Apple e NHTSA obiettivo unico

L’agenzia governativa statunitense parte del Dipartimento dei Trasporti, colpa la velocità di sperimentazione di diverse aziende, è alle prese con la stesura di un nuovo regolamento. Regolamento che tenga conto della guida autonoma. A questa nuova stesura Apple si è detta disponibile a partecipare.

“Data sharing should not come at the cost of privacy. Apple believes that companies should invest the resources necessary to protect individuals’ fundamental right to privacy. Apple supports NHTSA’s privacy principles, and believes the industry should refine the Consumer 4 Privacy Protection Principles to be more aligned with the Policy”.

Apple incoraggia, poi, “la collaborazione con esperti di privacy oltre l’industria automobilistica” per la condivisione dei dati. Tutti inerenti la guida autonoma. Su questo però, le grandi case produttrici si sono già dette contrarie. Il motivo è semplice visto che le loro sperimentazioni hardware e software sono già molto avanti.