esteri

41 persone sono morte dopo aver bevuto olio da bagno per ubriacarsi

Roma – I residenti della città Siberiana di Irkutsk, sono morti dopo aver bevuto olio da bagno profumato nel disperato tentativo di ubriacarsi. Secondo gli investigatori Russi, il caso non è il primo di questo genere. L’uso di alcol surrogato o imitato sta aumentando esponenzialmente nelle regioni più povere della Russia, dove due anni di danni economici hanno spinto la popolazione ben oltre il limite della povertà.

I media Russi, affermano che le vittime erano residenti poveri della città di Irkutsk, una cittadina che si trova 4000 km a est di Mosca. “E’ una terribile tragedia,” ha detto un portavoce del Cremlino, Dimitry Peskov. “Questi tipi di problemi sono all’ordine del giorno e il Presidente ne è stato informato. Delle misure cautelari devono essere assolutamente prese.”

I media Russi, affermano che il sindaco di Irkutsk ha dichiarato lo stato d’emergenza e che ha temporaneamente vietato la vendita di qualsiasi liquido contenga alcol non diretto al consumo umano. “Secondo i nostri dati, 41 delle 57 persone che sono state ricoverate dopo l’assunzione del liquido, sono morte,” hanno detto gli investigatori in una dichiarazione ufficiale. “Più di 2000 unità del liquido, sono state confiscate”. Tra i liquidi usati come sostituti delle bevande alcoliche in commercio, figurano i profumi, i dopo barba, e i liquidi lavavetri.

Fonte metro.co.uk