fotogallery

Cenone di Natale, a tavola con i cibi benefici

ROMA – Paura di abbuffarti al cenone di Natale?
Ci sono delle cose da sapere prima di mettersi a tavola il giorno della Vigilia.

Oltre a fornire del tempo di qualità e di buon umore da trascorrere con la famiglia (e un’ingente quantità di calorie), il Cenone di Natale può rivelarsi un toccasana alimentare inaspettato.
Basta solo non esagerare.

Alcuni cibi, se mangiati nella giusta quantità, possono portare benefici alla salute dei consumatori.

Ecco 5 alimenti consigliati, da assumere con saggezza e da non farsi scappare per passare una sana e gustosa Vigilia di Natale.

1. PANE

Durante le vacanze natalizie, non evitare il cestino del pane.
Secondo uno studio del 2002, la crosta di pane è una ricca fonte di antiossidanti che combattono il cancro.
Il chimico tedesco Thomas Hofmann ha scoperto che la crosta fornisce più di un beneficio per la salute rispetto al resto del pane.
Il processo di lavorazione del pane produce un antiossidante, la pronyl-lisina, otto volte più abbondante nella crosta che nella mollica.
Studi precedenti hanno dimostrato che questi enzimi hanno un ruolo nella prevenzione del cancro.

2. MIELE

Uno studio condotto dai ricercatori della University of Illinois ha scoperto che anche il miele contiene antiossidanti, utili per proteggersi contro le malattie cardiache.

I risultati sono stati presentati al meeting nazionale della American Chemical Society 2002 a Boston.

Il miele ha diversi altri vantaggi: aiuta a prolungare la freschezza dei prodotti a base di carne.

Lo stesso studio ha anche mostrato che la gamma di antiossidanti nel miele è paragonabile a quella che si trova nella frutta come mele, arance, fragole e banane.

3. SPEZIE

Ravviva la tavola con erbe e spezie come aneto, timo e menta piperita.

Anche se le erbe sono spesso utilizzate solo per aggiungere un pizzico di sapore, contengono una buona dose di antiossidanti.
Ad esempio, solo un cucchiaio di origano fresco contiene la stessa quantità di antiossidanti di una mela intera, secondo uno studio condotto nel 2002 dai ricercatori del

Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

4. CAFFÈ

Una tazza fumante di caffè è un ottimo modo per concludere il Cenone di Natale, e più di uno studio conferma che si dovrebbe assolutamente assumere.
Le persone che bevono una stima di circa quattro tazzine di caffè al giorno hanno un numero significativamente inferiore di tumori della bocca e della gola rispetto ai non bevitori di caffè.
Lo riporta uno studio del 2010, pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention.
La ricerca, condotta da neuroscienziati dell’Università di Lisbona, ha anche scoperto che bere regolarmente fino a quattro tazzine di caffè al giorno impedisce il deterioramento della memoria, una degenerazione neurale associata a disturbi del cervello, e l’invecchiamento.

Il caffè è buono anche per il sistema cardiovascolare, secondo uno studio sulla salute femminile dell’Iowa, che ha seguito 27.000 donne per 15 anni scoprendo che chi beve fino a 3 tazzine di caffè al giorno riduce il rischio di malattie cardiovascolari del 24 per cento.
Tuttavia, i ricercatori hanno notato che questo vantaggio diminuisce quando la quantità di caffè supera le tre tazzine.

5. TORTE

Se si sta cercando di decidere la torta da preparare per dessert, provate con quella a base di patata dolce o torta di zucca, suggerisce Federico Khachik, ricercatore della University of Maryland. Questi dolci sono ricchi di alfa e beta-carotene, che possono essere convertiti in vitamina A attiva.
La vitamina A, che è anche abbondante nelle carote, è nota per i suoi benefici sulla salute. La zucca è un’altra grande fonte di beta-carotene.
Anche gli spinaci sono ricchi di beta-carotene, quindi se si vuole aggiungere alla cena di Natale un pizzico di benessere, ci si può destreggiare ai fornelli con una torta di spinaci.