spettacolo

Capodanno. 500 artisti e 24 ore di musica: è La festa di Roma

ROMA – Ben 12 istituzioni coinvolte, oltre 500 artisti per una giornata lunga 24 ore che inizierà alle 22.30 al Circo Massimo, poi 10 km di spettacoli, animazione e musica e quattro ponti coinvolti, collegando la Roma storica con quella moderna.

Questi sono alcuni dei numeri della festa che tra il 31 dicembre e l’1 gennaio farà vivere la città in una veste nuova. Aspettando la mezzanotte, poi l’alba e avanti fino alla prima sera del nuovo anno la città si ritrova per una festa lunga un giorno tra storia, contemporaneità e comunità per dare il benvenuto insieme a un nuovo inizio, attraverso uno straordinario programma di eventi, prima appunto al Circo Massimo e poi sui ponti di Roma e il suo lungotevere, con installazioni, giochi di luci, concerti, laboratori per bambini, performance teatrali, letture, cinema, musica e ballo: Roma Capitale inaugura ‘1 gennaio 2017 – La festa di Roma’.

Appuntamenti artistici in tutta la città

Per il preludio al Circo Massimo, ha spiegato il vicesindaco di Roma e assessore all Cultura, Luca Bergamo, “ci saranno 15 installazioni con performance e spettacoli di ‘nouveau cirque’ che lo ‘illumineranno’, e a mezzanotte faremo andare i cento violoncelli diretti da Enrico Melozzi per il countdown. Poi inizieremo con i dj”. Alle 3.30, invece, prenderà il via ‘La festa di Roma’. Una manifestazione unica non solo per la straordinaria ricchezza e molteplicità di appuntamenti e artisti che nell’arco della giornata si susseguiranno ma anche nata e cresciuta grazie alle competenze combinate delle strutture, istituzioni e aziende culturali capitoline che per la prima volta hanno ideato e progettato insieme una iniziativa culturale per la città che si svolge, interamente, fuori dalle loro sedi natural

Festa sui ponti della Capitale

Un 2017 all’insegna della voglia di vivere tutti insieme la città e i suoi straordinari spazi, anche attraverso una scelta simbolica come quella di animare i ponti, strutture per collegare, superare ostacoli. Un richiamo alla storia di Roma che sviluppò e diffuse nel mondo l’arte di costruire ponti in pietra, fatti per durare e collegare, rendere duraturi gli scambi e le relazioni. Dal ponte più recente, il ponte della Scienza che ha poco più di 4 anni di vita a ritroso nel tempo passando per il ponte della Musica, ponte Sisto e infine ponte Sant’Angelo che celebra i 1880 anni di vita, appunto dalle 3.30 del mattino alle 22 di sera questi spazi e il lungotevere tra i ponti storici diventeranno il palcoscenico di performance artistiche, musicali, teatrali e tanto altro ancora. Entusiasmanti e divertenti le iniziative per i più piccoli con laboratori, animazioni e spazi musicali.

Gli artisti presenti

Tantissimi i nomi che animeranno questa giornata di festa, tra questi: da Ascanio Celestini a Massimo Popolizio e Lucrezia Lante della Rovere, ad Ambrogio Sparagna, Raffaele Costantino e Giovanni Guidi, a Teho Teardo. Per continuare con i musicisti della JuniOrchestra, del quartetto Sax Spmt, di Rane Jazz Quartett, coro gospel Spmt, Testaccio Jazz Orchestra, all’Orchestra di Piazza Vittorio. E ancora, tre spazi per chi voglia contribuire alla festa della città per esibirsi, a disposizione di artisti di strada e gruppi amatoriali.