salute

Un laboratorio produce pelle umana per test cosmetici

pelle umana per test cosmeticiROMA –  Non si tratta di una storia horror o di un nuovo episodio di Black Mirror.

La MatTek, è una compagnia di Boston che crea pelle umana in laboratorio, vendendola successivamente ad altre compagnie che la usano per testare cosmetici, detergenti per la casa e altri prodotti in un modo sicuro e cruelty free.

Queste compagnie infatti, se non esistesse la MatTek, dovrebbero testare i propri prodotti sugli animali.

Servendosi di cellule provenienti da pelle donata – derivante da circoncisioni o da scarti chirurgici – la MatTek, è in grado di creare della nuova pelle. Infatti, non sono pochi i pazienti che acconsentono a donare la propria pelle per scopi di ricerca. La MatTek in questo modo, è in grado di creare pelle di tutti i tipi, età e razza.

Anche se, come afferma il presidente della MatTek Mitch Klausner, distinguere i vari tipi di pelle risulta davvero difficile ad un occhio inesperto. “Non è per nulla facile distinguere i diversi tipi di pelle, solo osservandoli”.

La pelle prodotta dalla MatTek infatti, è spessa meno di 5 millimetri e assomiglia a dei piccoli cerchietti di gelatina di colore chiaro.

Carol Treasure, che lavora in una compagnia che testa prodotti per case cosmetiche come Lush Cosmetics servendosi della pelle MatTek, ha detto: “La pelle prodotta dalla MatTek, si avvicina molto di più alla pelle umana di quanto lo possano fare la pelle degli animali”.

Durante i testi irritativi, si aggiunge alla pelle MatTek un colorante, il quale diventa viola a contatto con le cellule vive. Dopo i test, una macchina è in grado di misurare quanto colorante rimane e quante cellule sono ancora in vita – più cellule morte ci sono, più il prodotto testato è dannoso per la pelle umana.

Fonte: Metro