attualita

Progetto Krater: l’Europa risponde con l’europarlamentare Andrea Cozzolino

europarlamentare Andre CozzolinoROMA –  “Complimenti per questo meraviglioso video, mi impegno a distribuirlo a tanti colleghi parlamentari europei di ogni Paese e formazione politica”. Così l’europarlamentare Andrea Cozzolino nel video di risposta inviato oggi agli ideatori del progetto di scambio culturale nato nell’ambito del programma Erasmus+ ‘Europa’s Krater, symbol of differences’.

Un’iniziativa che tra l’8 e il 17 novembre 2016 ha coinvolto 30 ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni, provenienti in parte da Paesi dell’Est e Nord-Est europeo e in parte rifugiati ospitati in due paesi del beneventano, Solopaca e Sant’Agata de’ Goti, dove poi si è svolto il progetto. Laboratori di riciclo e di cucina, visite guidate ed escursioni, molte le attività che in dieci giorni hanno portato i ragazzi a sperimentare un nuovo modo di stare insieme.

E dai risultati positivi di inclusione sociale del progetto è nata l’idea di una lettera aperta al Parlamento europeo in forma di video, con cui i partecipanti chiedono alle istituzioni comunitarie di implementare gli scambi culturali nella prospettiva della creazione di una nuova coscienza sociale europea e globale.

“Mi pare un messaggio efficace, fatto da una città molto significativa del Mezzogiorno, della Campania e della provincia di Benevento, come Sant’Agata de’ Goti- continua Cozzolino -. Spero di potervi incontrare per discutere di nuovi progetti. Del resto l’anno che corre è l’anno del trentesimo anniversario dell’Erasmus, quindi è un modo per ricordare una delle politiche più efficaci che l’Unione è riuscita a generare a fronte di un’Europa che rischia di creare sempre più distanze con i propri cittadini. Complimenti per le politiche di integrazione che avete utilizzato, una delle grandi sfide dell’Europa di oggi e di domani – conclude Cozzolino – e complimenti per il messaggio positivo che avete voluto trasmettere”.

L’europarlamentare Andrea Cozzolino risponde ai ragazzi del Progetto Krater