fotogallery

La bufala dell’asteroide in rotta di collisione con la Terra: il 25 febbraio niente Apocalisse

bufala asteroide 25 febbraioROMA – Il mondo sta per finire. Di nuovo.
Almeno così sostiene il sedicente astronomo Dyomin Damir Zakharovich, secondo il quale un asteroide è in rotta di collisione con la Terra e accusa la NASA di nascondere la verità.
Tuttavia, da nascondere non c’è proprio niente.

Niente Apocalisse il 25 febbraio

L’Agenzia americana ha scoperto la roccia spaziale 2016 WF9, un corpo a metà tra un asteroide e una cometa, il 27 novembre 2016.
L’oggetto celeste segue un percorso che, da Giove, lo porta a intersecare l’orbita della Terra nel corso di 4,9 anni.
La NASA ha previsto che l’incontro ravvicinato con il nostro pianeta avverrà il 25 febbraio 2017, quando passerà da ad una distanza di quasi 51 milioni di chilometri.

La prossimità non rappresenta assolutamente una minaccia di collissione con la Terra.

La bufala dell’asteroide in rotta di collisione con la Terra

Il dottor Zakharovich sostiene che la NASA stia coprendo la vera natura dell’asteroide, avvertendo che la roccia spaziale, in realtà, è un frammento del fantomatico pianeta Nibiru, in rotta di collisione con la Terra.

Oltretutto, l’impatto sarebbe così potente da spazzare via una città o causare uno tsunami devastante.

“L’oggetto che chiamano WF9 ha lasciato il sistema di Nibiru il mese di ottobre, quando Nibiru ha cominciato a girare in senso antiorario intorno al Sole” sostiene Zakharovich. “Da quel momento la NASA sapeva che avrebbe colpito la Terra”.

Nibiru è un pianeta immaginario che, secondo i complottisti apocalittici, sarà artefice della fine del mondo.

“La NASA sta mentendo. Non è concepibile che non sappiano la verità. Abbiamo visto i dati…”

A proposito di dati, oltre alla lontananza sostanziale per rappresentare una minaccia per la Terra, l’agenzia spaziale ha calcolato che la roccia abbia un diametro compreso tra i 500 m e 1km.
Se corretto, anche nella più remota delle ipotesi avvenga una collisione, brucerebbe nell’atmosfera terrestre.

Ma il dottor Zakharovich è convinto sia molto più grande e che riuscirà ad attraversare l’atmosfera terrestre con facilità.

Con molta eleganza, la NASA ha risposto alle insinuazioni dell’astronomo.

“La traiettoria di 2016 WF9 è ben compresa, e l’oggetto non è una minaccia per la Terra per il prossimo futuro”.

2016 WF9 asteroide o cometaIl mistero di 2016 WF9

Il vero mistero, piuttosto, è la natura dell’asteroide.
Gli esperti ancora non sono in grado di stabilire se si tratti di una cometa o di un’asteroide.

La NASA descrive le comete come palle di neve cosmiche fatte di gas congelati, roccia e polveri, che hanno tipicamente le dimensioni di una piccola città.
Quando arrivano vicino al Sole, le comete si riscaldano e rilasciano polveri e gas.

L’oggetto 2016 WF9 è molto più piccolo di una cometa, ha un aspetto scuro e riflette solo una piccola quantità di luce quando colpisce la superficie.
La sua riflettività e l’orbita sono in linea con quelle osservate in altre comete. Tuttavia, manca la distinta nube di polvere e gas che le distingue.

Un vero rompicapo per gli astronomi, che non escludono la possibilità che 2016 WF9 fosse un tempo una cometa.