Ultimi giorni per entrare nel mondo di Picasso al Museo dell’Ara Pacis

Mancano pochi giorni, c’è tempo fino al 19 febbraio per visitare Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio al Museo dell’Ara PacisLa mostra costituisce un’occasione unica per conoscere meglio il percorso di un artista eccezionale ma anche il ritratto intimo di un uomo di fama mondiale.
Nucleo forte della mostra, duecento fotografie circa, una ricca selezione di immagini accompagnata da una significativa scelta di opere grafiche, sculture e dipinti provenienti dal Musée national Picasso-Paris. La rassegna, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è ideata da Electa in collaborazione con il Musée national Picasso-Paris, organizzata con Zètema Progetto Cultura e curata da Violette Andres e Anne de Mondenard.

Il percorso espositivo si articola in tre sezioni che indagano i diversi collegamenti che il più grande artista del XX secolo stabilì con la fotografia: dai primi tentativi di utilizzo per indagare il mondo circostante, come ausilio per la sua opera e testimonianza dello stato d’avanzamento delle sue creazioni, alle fruttuose collaborazioni artistiche con fotografi d’avanguardia, tra cui Brassaï e Dora Maar, poi sua compagna. L’ultima sezione, infine, racconta la maturità artistica di Picasso quando, dal dopoguerra in poi, coltiverà personalmente la propria immagine d’artista diffusa dalla stampa illustrata che contribuirà a renderlo personaggio di grande popolarità alimentandone il mito.

Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio è accompagnata dal catalogo edito da Electa e si basa sul ricco fondo di fotografie del Musée national Picasso-Paris, costituito dagli archivi dell’artista stesso e dalla documentazione e acquisizioni del museo.

INFO
Museo dell’Ara Pacis Roma, via di Ripetta 190
Tutti i giorni dalle ore 9.30 – 19.30  (la biglietteria chiude un’ora prima)
Info 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)

www.arapacis.it,www.museiincomuneroma.it
Twitter: @museiincomune