Ho avuto delle perdite molto, ma molto simili al ciclo.. cosa è? C'è il rischio che io sia rimasta incinta?...

Ho avuto delle perdite molto, ma molto simili al ciclo.. cosa è? C’è il rischio che io sia rimasta incinta?…

Salve, scrivo per chiedere un’informazione e perché sono abbastanza preoccupata;
Il ciclo mi è arrivato il 3 febbraio e finito tra il 7/8, dopodiché, dopo circa tre/quattro giorni, ho fatto petting con il mio ragazzo, tra cui penetrazioni non protette, ma brevi. Non ha emesso liquido seminale. Ieri, però, ho avuto delle perdite molto, ma molto simili al ciclo.. cosa è? C’è il rischio che io sia rimasta incinta?

Anonima


Cara Anonima,
le perdite di cui parli potrebbero riferirsi ad episodi di spottingLo spotting ovulatorio è dovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Lo spotting può avere cause disfunzionali e organiche. Le più comuni sono le prime, legate a un’ovulazione non ottimale e sono più frequenti soprattutto in giovane età. Tendono a risolversi spontaneamente nel corso di due o tre cicli mestruali.
Le alterazioni ormonali possono dipendere da cause diverse: stress, disturbi del comportamento alimentare, assunzione di contraccettivi ormonali. Se lo spotting si protrae nel tempo e si ripete nei mesi, è un segnale del corpo che ci suggerisce che bisogna attivarsi.
Non riteniamo sia nulla di grave, se dovesse persistere come fenomeno, ti consigliamo comunque di consultare un ginecologo o rivolgerti a un Consultorio, dove troverai degli esperti per monitorare insieme la situazione, dare un nome alla causa ed eventualmente approfondire delle irregolarità.
Ricorda inoltre che è sempre importante per vivere la sessualità in maniera serena e tranquilla di proteggere i rapporti dall’inzio alla fine in quanto non sempre è facile avere il completo controllo del corpo durante momenti di intenso piacere.

Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it