fotogallery

Oggi è la Festa del gatto! Storie e curiosità sul nostro amico felino

ROMA – Il 17 febbraio in Italia si celebra la Festa del gatto, una giornata speciale dedicata agli amici felini.
Nata nel 1990 dopo una votazione sulla rivista “Tuttogatto“, la Festa del gatto rappresenta un momento dell’anno da dedicare ai mici, con iniziative artistiche e di solidarietà sparse tu tutto il territorio nazionale.
Anche noi partecipiamo ai festeggiamenti, raccontando alcuni degli aneddoti e delle storie più curiose sul mondo dei gatti.

GATTO E SALUTE

gatto1- GUARDARE VIDEO DEI GATTI FA BENE ALL’UMORE

Dovunque ti giri, il web è stato conquistato da una massa coccolosa di gattini in tutte le salse.
Solo nel 2014 ci sono stati più di 2 milioni di video di gatti postati su YouTube, e quasi 26 miliardi di visualizzazioni.
Ma perchè la gente ama guardarli?
Alla domanda hanno risposto i ricercatori della Indiana University Medical School con uno studio condotto su quasi 7.000 persone.
Tra le altre, è emerso che la maggior parte degli intervistati ha riferito di guardare video di gatti per sentirsi più energico e positivo, rivelando di avere anche un minor numero di emozioni negative, come l’ansia, noia e tristezza.

gatti-t-gondii-malattie-mentali-schizofrenia2- “PAZZIA” PER I GATTI E MALATTIA MENTALE

Gli scienziati hanno scoperto un collegamento tra persone che possiedono gatti e lo sviluppo di malattie mentali, tra cui la schizofrenia, e credono che il responsabile sia un parassita, ospitato da alcuni felini domestici.
Secondo lo studio, il batterio Toxoplasma gondii (T. gondii), responsabile della Toxoplasmosi nell’uomo, può essere una delle causa di sviluppare patologie mentali in età avanzata.
Usando i dati di un’indagine svolta nel 1982, i ricercatori dello Stanley Medical Research Institute hanno evidenziato che il 50,2% degli schizofrenici aveva posseduto un gatto durante l’infanzia.
In realtà, il T. gondii è incredibilmente comune, ma si pensa che una piccola minoranza di persone possa sviluppare patologie mentali dopo esserne stato stato esposto.
Il parassita si annida nel cervello, così come i muscoli, e studi su topi e ratti hanno dimostrato che l’infezione provoca cambiamenti della personalità. (CLICCA QUI PER APPROFONDIRE)

gatto-bacio-infezione3- DIVENTA CIECA DOPO IL BACIO DEL SUO GATTO

Una mattina Janese Walters si è svegliata scomprendo di non riuscire più a vedere con il suo occhio sinistro.
Un incubo divenuto realtà con un bacio, quello del suo gatto.
La donna, originaria di Toledo, Ohio, ha contratto quella che viene comunemente chiamata malattia da “graffio di gatto”.
“Mi sono svegliata un giorno e non ho potuto vedere con il mio occhio sinistro”, ha raccontato Janese.
Dopo un mese di test e analisi inconcludenti, i medici alla fine sono siusciti a risalire alla fonte della sua cecità: il suo gatto.
La donna è stata infettata da un batterio comune noto come Bartonella henselae, che provoca una condizione chiamata, appunto, “graffio di gatto”.
L’infezione rara può essere trasmessa dai felini agli esseri umani attraverso morsi o graffi, ma può anche essere trasmessa attraverso comportamenti affettuosi, ad esempio quando un gatto lecca ferite aperte.

GATTO E COMPORTAMENTO

gatti-scatole1- SCATOLE

Scatoloni, scatole di scarpe, e anche oggetti che assomigliano a una scatola.
I gatti, a quanto pare, non possono resistere dal rannicchiarsi in spazi di cartone.
Ma perchè il nostro amico peloso ama così tanto rinchiudersi in una scatola?
E’ uno dei misteri felini che ancora non ha trovato una risposta definitiva.
Sebbene gli scienziati non abbiano ancora capito pienamente perché i gatti abbiano un’affinità per le scatole, hanno un certo numero di teorie.
La più popolare è che i gatti sono istintivamente attratti dalle scatole perché offrono sicurezza e riparo dai predatori mentre inseguono la loro preda.

gatti cerchi2-CERCHI

E’ uno dei misteri più intriganti della comunità felina: perché i gatti sono irrimediabilmente attratti dai cerchi?
Se avete un micio, pensateci.
Avrete notato che il nostro amico felino non può fare a meno di sedersi nel mezzo di una figura rotonda.
Il fenomeno, chiamato dal web “Cat Circles” è un comportamento comune ai gatti, che al momento non trova una spiegazione scientifica definitiva.
Le ipotesi più accrditate, tuttavia sono due.
Un senso di protezione, o per delimitare e controllare il territorio (più probabile).

gatto meteo previsioni tempo3- METEO

Vortici polari, tempeste, venti equatoriali: diciamolo, nell’ultimo mese il tempo “pazzerello” ha messo a dura prova la nostra pazienza.
Si dovrebbe smettere di ascoltare la scienza per le previsioni meteo e tornare a l’unica fonte di cui ci si può veramente fidare: il nostro gatto.
Questo è il suggerimento di H.H.C. Dunwoody, un tenente dell’esercito che nel 1883 suggerì di seguire la saggezza degli animali, piuttosto che mettere la nostra fede nelle mani dei meteorologi che “non possono predire il tempo per un periodo più lungo di due o tre giorni, e spesso non più lunghi di 24 ore”.

Nel suo libro Weather Proverbs (Proverbi meteo), Dunwoody documenta un lungo elenco di credenze popolari riguardo le previsioni meteo “animali”, tra cui i segnali di orsi, volpi e capre, ma si concentra in particolare sui gatti.
Ecco una piccola guida per scoprire il tempo che farà usando il nostro amico felino.

  • Quando i gatti starnutiscono è un segno di pioggia.
  • Il punto cardinale verso il quale un gatto si volta per lavarsi la faccia dopo la pioggia mostra la direzione da cui il vento soffierà.
  • Se i gatti russano arriverà il brutto tempo.
  • E’ un segnale di pioggia se il gatto si lava la testa passando la zampetta dietro l’orecchio.
  • Quando i gatti si distendono a “pancia all’aria” con la testa storta verso la schiena, aspettatevi una tempesta.
  • Quando un gatto si lava il viso con la schiena rivolta verso una fonte di calore aspettatevi il disgelo invernale.

gatti-cetrioli4- CETRIOLI

E’ diventata virale su Youtube la compilation che vede diversi gatti sobbalzare e scappare terrorizzati alla vista dei… cetrioli!
Tutti i proprietari di felini si stanno iniziando a domandare cosa avrà di così raccapricciante l’ortaggio da far tremare i loro animali.
In realtà c’è più di una motivazione scientifica che può spiegare questo bizzarro comportamento – uno dei tanti delle mille stranezze feline!
A spiegarlo è Jill Goldman -esperta in comportamento animale- sul National Geographic, che cita alla base della cetriolo-fobia, la loro natura felina.
Si tratta di una normale reazione difensiva, la risposta di fronte a qualcosa di pericoloso o che comunque li coglie di sorpresa: non si aspettano di vedere un cetriolo sul pavimento.
Ma è anche possibile che il vegetale venga scambiato per un serpente, che per il gatto è un predatore mortale.

vita segreta gatti5- STRAMBERIE FELINE

Se Internet ci ha insegnato qualcosa, è che la gente ama i gatti. E che i gatti sono strani.
Sul web è pieno di video e foto che ritraggono i nostri felini comportarsi in modi a noi poco chiari.
E no, non siamo noi quelli strani.
Chiunque abbia avuto la fortuna di avere a che fare con un gatto sa benissimo quante volte si è di fronte ad atteggiamenti a dir poco curiosi che ci fanno amare ancora di più il nostro amico “toccato”.
Ma anche i comportamenti più normali spesso nascondo delle motivazioni a noi ignote.
Ancora un sacco di cose sui gatti non sono del tutto chiare, ma qui cercheremo di spiegare il perché degli atteggiamenti felini più comuni e nonostante questo insoliti.

-Perchè i gatti fanno le fusa?

Non esistono certezze a riguardo ma solo teorie.

Le fusa sono generalmente associate a esperienze positive, come essere nutriti o accarezzati, quindi si presume possa essere un segnale di un gatto felice.
I gattini imparano a fare le fusa pochi giorni dopo la nascita, come un modo per dire alla mamma “Sto bene”.
Ma i gatti fanno le fusa anche quando sono spaventati o feriti, quindi non è sempre un modo per comunicare appagamento.

Le fusa avvengono quando il cervello del gatto invia messaggi ai suoi muscoli laringei (muscoli intorno alle corde vocali) che consentono loro di contrarsi 25-150 volte al secondo, o da 25 a 150 hertz. Alcune ricerche hanno suggerito che le frequenze sonore in questo intervallo possono essere terapeutiche, rafforzare le ossa e fornnire sollievo dal dolore.

-Perché i gatti ci “impastano”?

Il biologo John Bradshaw suggerisce che i gatti possono vederti come un “grande, non ostile” micione.
E i loro comportamenti verso gli esseri umani sono guidati per lo più dall’istinto, tra cui “impastare”, cosa che i gattini fanno allo stomaco della madre per stimolare il flusso di latte.
Si pensa spesso che i gatti adulti associno il movimento con il conforto e il cibo materno.
Non che il vostro gatto vi veda necessariamente come una madre pelosa, ma più come un compagno di stanza che è super alto per motivi che non capisce.

Ma dal momento che i gatti sono anche noti per “impastare” cuscini e altre superfici, un’altra spiegazione è che il comportamento derivi dal fatto che hanno ghiandole odorifere nelle loro zampe, e impastare può essere un modo per marcare il territorio.

-Che succede con l’erba gatta?

L’erba gatta è una droga strana per i gatti. Veramente.
Dopo aver odorato la pianta, si rotolano euforici, cacciano prede invisibili per poi tornare a dare un’altra annusatina.

gatti

Tuttavia non ha questo effetto su tutti i gatti. Circa il 20/30 per cento non sembrano essere colpiti dagli effetti dell’erba gatta.
Ma per quelli che, al contrario, lo sono, i ricercatori ritengono che il responsabile sia il nepetalactone.
Il composto si lega ai recettori olfattivi del gatto (ecco perchè mangiarla non dà gli stessi effetti) simulando così un feromone felino che li fa impazzire.

-Perché i gatti, a differenza dei cani, sembrano tutti molto simili?

I cani sono disponibili in tutte le forme e dimensioni mentre i gatti, oltre ad avere diverse colorazioni di pelo, sembrano tutti abbastanza simili ad un occhio inesperto.
Naturalmente ci sono diverse razze di gatti. Abbiamo il Siamese, British shorthair, Maine coon, Manx, Persiano, Scottish fold e molte altre ancora.

Ma la genetica dei cani è mutata meglio nel corso dei secoli.
I ricercatori suggeriscono che questi abbiano quello che viene chiamato “genoma scivoloso”, nel senso che il loro corredo genetico si adatterà a mutazioni (che altrimenti potrebbero avere conseguenze fatali) in tempi relativamente brevi.
I gatti (insieme con gli esseri umani e la maggior parte degli animali), non hanno questa capacità.

-I gatti sono assassini nati?

Sì. Nel senso che il loro DNA non differisce troppo dai grandi felini.
Uno studio del 2013 ha rivelato che i grandi felini (leoni, tigri, leopardi, etc) condividono il 95,6 per cento del loro DNA con i nostri felini domestici.

Secondo lo studio, tutti i gatti vivi oggi avevano un antenato comune 11 milioni anni fa.
Si potrebbe pensare che si siano discostati un po’ geneticamente negli anni successivi, ma confrontando il genoma di una tigre siberiana con i gatti domestici sono state mostrate alcune grandi differenze, suggerendo che i gatti sono “macchine evolutive di successo”.
Ma i grandi felini, tuttavia, hanno mostrato diverse mutazioni genetiche non presenti in altri animali che li aiutano a correre più veloce e digerire la carne migliore.
Quindi in un certo senso, un micetto è in realtà solo un’ innocua versione di un predatore temibile.

-Perché i gatti odiano l’acqua se passano così tanto tempo a pulirsi?

Si potrebbe pensare che nel mondo animale il miglior modo di pulirsi è quello di farsi un bel bagno, ma non è il caso dei gatti.
Alcuni amano farsi una nuotata, ma la maggior parte degli altri faranno del loro meglio per scappare dall’acqua.
Ci sono un paio di ipotesi diverse.

Una è che la pelliccia impregnata d’acqua non si asciughi rapidamente, mettendo i gatti estremamente a disagio.
Potrebbe anche essere che i gatti associno l’acqua ai predatori (anche i grandi felini a volte rimangono a terra per evitare i coccodrilli nel fiume).
O ancora dal momento che i gatti sono anch’essi predatori, possono avere una forte avversione naturale nel bagnarsi perché l’odore che emanano sarebbe un segnale per la preda.
O semplicemente sono solo strani. Ma questo lo sapevamo già.

-Perché i gatti ci odiano?

Potreste aver sentito che i gatti non sono i nostri più grandi fan. A differenza dei cani, che possono attendere pazientemente alla porta per il ritorno dei loro proprietari, i gatti tendono a mostrare maggiore indifferenza.
Ma a differenza dei cani, non sono stati addomesticati a obbedire agli ordini degli esseri umani.

Gli esseri umani cominciarono a vedere i gatti come partner, perché erano bravi nel catturare topi e altri parassiti che danneggiavano i raccolti.
Ma quasi mai erano allevati per scopi diversi da caccia. Combinate questo con il fatto che spesso si riproducono con i loro omologhi selvatici. Quindi forse non è che ci odiano, semplicemente non credono di avere bisogno di noi.

-Si può addestrare un gatto?

Certo che si può! Alcune persone hanno addirittura addestrato i loro compagni felini ad usare il vasino come Sfigatto in “Ti presento i miei”.
C’è anche una toletta per gattini, soprannominata Kwitter Litter, che aiuta un gatto a imparare a fare la sua attività con una serie di anelli di plastica che coprono la tazza del gabinetto. L’idea è che nel corso del tempo, il proprietario rimuoverà ogni anello più piccolo in successione, allargando l’apertura sopra la ciotola fino a quando rimarrà un sedile del water regolare.

I gatti possono anche imparare a fare i trucchi.
Ma ricordate, non sono stati allevati per obbedire agli ordini dell’uomo come i cani, quindi il training potrebbe essere un po’ più esasperante.
I gatti possono imparare alcune cose interessanti se hai la pazienza di insegnargliele!

GATTI DEL WEB

matilda-gatto-alieno-Matilda, il gatto ‘alieno’ dagli occhioni grandi

Questa deliziosa micina è Matilda, conosciuta sul web anche come ‘gatto alieno’.
A causa di una condizione medica inusuale, la piccolina ha due occhioni enormi e lucidi, che la fanno sembrare un extraterrestre felino.
Matilda, secondo i suoi proprietari, ha una rara condizione chiamata lussazione del cristallino, e necessita di continue visite dal veterinario.
I primi sintomi della malattia si sono notati già prima che compiesse un anno, quando ogni tanto, gli occhi si “incastravano”, facendola diventare momentaneamente strabica, tanto da valerle il soprannome “Quasimodo”…. (continua a leggere qui)

jarvis gattino strabico-Jarvis, il gattino strabico abbandonato a causa dei suoi occhi

Quando questo gattino strabico è stato abbandonato dai suoi proprietari sul ciglio della strada da cucciolo, le sue possibilità di sopravvivenza sembravano scarse.
Ma Jarvis P. Weasley sta ora vivendo una nuova vita grazie ad un amante degli animali che lo ha salvato e lo ha curato.
Il nome del gattino di 5 anni, deriva da quello di Jarvis Cocker, il cantante “quattrocchi” dei Pulp, e di Ron Weasley, il personaggio “rossiccio” di Harry Potter.
Jarvis P. Weasley è stato trovato quando aveva appena quattro settimane da un centro di animali in California, e successivamente adottato da Daria Kelly…. (continua a leggere qui)

venus gatta chimera due-facce-Il fascino di Venus, la gatta “chimera” con due facce

Venus, la gatta chimera, è lo yin-yang dei felini.
Non è strano che sia diventata in breve tempo una star di internet.
La sua bellezza più unica che rara è dovuta ad una caratteristica genetica chiamata chimerismo, in cui un singolo organismo si compone di cellule geneticamente distinte che portano a variazioni di forma, due differenti tipi di sangue o entrambi gli organi maschili e femminili.
Nel caso di Venus, il chimerismo è evidente nelle sue caratteristiche facciali dual-color, tra cui i suoi occhi…. (continua a leggere qui)

Catasaurus Rex gatto gigante Pickles-Ecco il ‘Catasaurus Rex’, il gattone gigante lungo 1 metro

Questo che vi andiamo a presentare è Pickles, un gattone gigante che con il suo metro di lunghezza e i suoi 10 kg di morbidezza è diventato noto in tutto il web.
La “bestiolina” di soli 3 anni è stata adottata da Andrew Milicia e la fidanzata Emily Zarvos, e rapidamente si è fatto amare.
Grazie alle sue dimensioni giganti il gattone è stato simpaticamente soprannominato dal web Catasaurus Rex, e dopo aver visto le foto online, numerose persone hanno chiesto ai proprietari di adottarlo.Pickles, che in italiano significa “sottaceti”, è un gigante buono e, nonostante sia anche più grande di molti cani, è un tenerone.
Tranne con i suoi simili…. (continua a leggere qui)

mittens gatto-Mittens, il gatto ermafrodita con entrambi i genitali

Mittens è un gatto come tutti gli altri della sua specie.
Ama sonnecchiare al caldo, dare la “caccia” a fili che ondeggiano ed essere coccolato sotto il mento.
Ma c’è una cosa che lo differenzia dal resto della comune popolazione felina: Mittens è ermafrodita.
La sua famiglia canadese adottiva ha scoperto entrambi i genitali, sia maschili che femminili, del cucciolo durante la sua prima visita al veterinario locale.
Per quanto possa sembrare una mutazione abbastanza nota in natura, Mittens ha bisogno di un intervento chirurgico, perché l’ermafroditismo gli sta causando problemi intestinali e urinari.
Così, la signora Murphy, la proprietaria del gatto, ha deciso di sottoporlo ad un intervento per la riassegnazione del sesso…. (continua a leggere qui)

shishi maru-Shishi Maru, il gatto dallo sguardo ‘sexy’ è il re di Instagram

Prima fu Maru, il fenomeno felino di Youtube.
Adesso è il momento di Shishi-Maru, la nuova star di Instagram.
Shishi è uno Scottish Fold, una varietà di gatto originaria della Scozia che da qualche tempo sta letteralmente facendo impazzire il web.
A differenza del suo diretto rivale Maru, il felino in questione non ha bisogno di video per spiegare il suo fascino.
Le sue posizioni, le sue divertenti espressioni e quella panzetta trabordante hanno conquistato gli utenti di Instagram, dove ha registrato l’apprezzamento di circa 10.000 “fedeli”.
Gli scatti che hanno incantato il mondo, lo immortalano seduto su due zampe, a giocare con le scatole o a mostrare uno sguardo da sexy tenebroso, il tutto sempre con assoluta serietà.

STORIE DI GATTI

-Gatto ‘zombie’ torna in vita dopo essere stato sepolto per 5 giorni

Se avete qualche dubbio che i gatti possano avere 9 vite, adesso vi dovete ricredere.
Questa è la storia incredibile di Bart, un micio investito da un’auto e dichiarato morto dai veterinari, che dopo essere stato sepolto per 5 giorni, si è presentato davanti alla porta dei padroni.
Una scena inquietante che a molti può ricordare il romanzo horror di Stephen King, Pet Cemetery… (continua a leggere qui)

-Prova a parlare in ‘gattese’ al suo gatto: ma qualcosa va storto…

Il sogno di ogni “animal-lover” è quello di poter comunicare con il proprio amico animale.
Anche la scienza si è interessata, per una motivazione diversa, al tentare di comprendere il loro linguaggio, con risultati a volte anche interessanti.
Esistono numerose applicazioni per smartphone che promettono di tradurre fedelemente il linguaggio umano.
Una donna prova ad usare una di queste app per dialogare in “gattese” con il proprio micio….
ecco il risultato

-‘SuperCat’: gatto supereroe salva un bimbo autistico dall’attacco di un cane

I supereroi esistono, anche nel mondo animale.
A darne prova un gatto coraggioso che ha salvato un bambino dall’aggressione di un cane.
Jeremy Triantafilo, un bimbo di 4 anni, stava giocando davanti alla sua casa, a Bakersfield, California quando un cane lo ha visto e inspiegabilmente gli è corso incontro azzannandolo alla gamba, facendolo cadere dalla bicicletta e trascinandolo per terra.

La gatta di famiglia, una femmina di 6 anni di nome Tara, è subito giunta in suo soccorso, mettendo in fuga il cane e salvando il bambino dall’attacco. Il video è stato caricato su YouTube con il titolo My cat saved my son, “Il mio gatto ha salvato mio figlio”, ed è stato ripreso da una telecamera a circuito chiuso.
Il filmato mostra il gatto impavido che salta sul cane, con forza sufficiente a spingerlo via dal bimbo.
Tara lo ha poi inseguito e messo in fuga….  (clicca qui per il video)

-Usa, gatto ‘violento’ attacca e tiene in ostaggio una famiglia

Una famiglia di Portland, USA, è stata costretta a nascondersi in una camera da letto e a chiamare il 911 dopo essere stata attaccata dal gatto di casa.
Secondo quanto dichiarato dalle vittime, Lux, un himalaiano bianco e nero di 10 kg, ha graffiato il figlio della coppia in faccia, per poi perdere totalmente il controllo…. (continua a leggere qui)

CURIOSITA’ FELINE

lykoi razza gatto lupo mannaro cane-Lykoi, la nuova razza di gatto che assomiglia al lupo mannaro

Allevatori statunitensi hanno creato una nuova razza di gatto che sembra un lupo mannaro e si comporta come un cane.

Il Lykoi deve il suo aspetto spettrale ad una mutazione genetica in un gatto a pelo corto domestico, che impedisce alla curiosa creatura di sviluppare una piena copertura di pelo, particolarmente rada sul muso.

Il suo nome deriva dal greco “lupo” e si traduce come “gatto-lupo”, anche se per molti è più conosciuto come gatto “mannaro”… (continua a leggere qui)

aoshima-isola-gatti-giappone-In Giappone c’è l’isola dei gatti: il paradiso felino popolato da un’armata di mici

Ad Aoshima i gatti fanno da padrone.
Un’armata felina domina l’oasi giapponese, battezzata non a caso “l’isola dei gatti”.
Basta la matematica per farsi un’idea: la proprozione tra abitanti e gatti è di 1 a 6.
Gli esseri umani sono appena 22, per una popolazione di mici che supera i 120 esemplari.
Grazie a questa inusuale caratteristica, Aoshima è meta ogni anno di migliaia di turisti, pronti a tutto pur di essere circondati dalla parata di gatti.

Originariamente introdotti per cacciare i topi che affliggevano le barche dei pescatori, i gatti rimasero su Aoshima e si moltiplicarono…. (continua a leggere qui)

crazy-cat-cafe-milano-Colazione con i gatti: apre a Milano il Crazy Cat Cafè

Sulla scia del successo giapponese, anche in Italia stanno aprendo sempre più Neko Cafè.
Dopo quello di torino e Roma, adesso è il turno di Milano: debutterà a fine ottobre il Crazy Cat Cafè, un bar per e con i gatti.

Nel locale sarà possibile fare tutto quello che si fa dei bar comuni, come ad esempio, bere un cappuccino leggendo un giornale, ma in compagnia degli amici felini.

Freddie, Patti, Bowie, Nina, Elvis e Blondie (nomi in omaggio alle star della musica) sono gli ospiti pelosi che vi accoglieranno nel locale…. (continua a leggere qui)

cinema-gatti-great-kitten-Londra, al cinema con il gatto: parte la campagna Great Kitten

Ami il cinema? Ami i gatti? Vorresti che ci fosse qualche modo per combinare le due cose?
Beh, se tutto andrà da programma, allora il sogno potrebbe presto diventare realtà.
Almeno a Londra.
I gattofili Paula Siedlacka e William Piper si stanno dando da fare per aprire un cinema per gatti, che permetterà ai clienti di godere di un film mentre accarezzano un gattino carino..
Il progetto – denominato Great Kitten – è stato annunciato nel mese di febbraio, e i suoi fondatori hanno lanciato una campagna crowdfunding con l’obiettivo di raccogliere 120.000 sterline… (continua a leggere qui)

GATTI DIVERTENTI

VI LASCIAMO CON UN VERO E PROPRIO ROMPICAPO FELINO:

QUESTO GATTO STA SALENDO O SCENDENDO LE SCALE?

gatto-sale-scende-scale-illusione