spettacolo

L’errore agli Oscar 2017. Trovato il colpevole dello scambio di buste

errore agli oscar 2017ROMA – Rimarrà nella storia l’errore agli Oscar 2017 che ha gettato nel panico tutti i presenti e chi guardava da casa. Una busta sbagliata e il destino della categoria “Miglior Film” è cambiato in pochi secondi.

PriceWaterhouseCooper – la società che si occupa del conteggio dei voti agli Oscar dall’edizione del 1934 – aveva subito annunciato di aver aperto un’inchiesta sull’errore. “Ci scusiamo sinceramente con “Moonlight” e “La La Land”, Warren Beatty, Faye Dunaway e tutti i telespettatori per quanto accaduto durante l’annuncio del miglior film. I presentatori hanno ricevuto per errore la busta sbagliata, errore che è stato immediatamente corretto appena scoperto. Stiamo investigando su quanto è accaduto e siamo profondamente dispiaciuti che sia successo”.

L’errore agli Oscar 2017. Inchiesta chiusa in poche ore

Un’inchiesta durata poco perché si sarebbe già scovato il colpevole. Si tratta di Brian Cullinan, uno dei soci della società. All’uomo era stato affidato il compito di consegnare la fatidica busta ma si è distratto in corsa.errore agli oscar 2017 Colpa di un tweet che stava preparando. Cullinan, infatti, stava per postare su Twitter una foto di Emma Stone, l’attrice il cui nome era sulla busta sbagliata. In quel momento, il destino ha voluto che prendesse la busta dalla pila sbagliata per consegnarla a Warren Beatty. Un errore di cui non si è accorto fino a quando non è stato proclamato vincitore il film sbagliato.

Cullinan, che lavora alla cerimonia degli Oscar come responsabile delle buste da quattro anni, dopo la scoperta del fattaccio avrebbe cancellato tutti i tweet postati nei momenti precedenti e successivi. “Abbiamo chiaramente fatto un errore e una volta fatto abbiamo lo abbiamo ammesso e corretto”, ha dichiarato la PwC. Brian “è veramente sconvolto per quell’errore”, ha aggiunto la società, assicurando di appoggiare comunque il suo socio. “Come azienda, dato che è un nostro partner, il suo errore è il nostro errore”.

L’errore agli Oscar 2017: le scuse

Dopo l’ammissione, le immancabili scuse: “Ci scusiamo con tutte le persone  — inclusi i nostri presentatori Warren Beatty e Faye Dunaway, i registi, e i nostri fan che stavano guardando lo show in tutto il mondo. Negli ultimi 83 anni, l’Academy ha incaricato PwC di gestire il processo di raccolta dei voti, incluso l’accurato rilascio dei risultati. PwC si è presa l’intera responsabilità per le violazioni dei protocolli stabiliti avvenuti durante la cerimonia”. Adesso l’unica cosa da fare è capire come “punire” il malcapitato Cullinan. “Decideremo presto quali provvedimenti prendere a riguardo”, hanno aggiunto. “Siamo impegnati fermamente nel mantenimento dell’integrità degli Oscar e dell’Academy”.