Il mio terrore sta nel fatto che il ciclo di febbraio è saltato e ho disturbi di stomaco e forte sonnolenza...

Il mio terrore sta nel fatto che il ciclo di febbraio è saltato e ho disturbi di stomaco e forte sonnolenza…

Ho avuto 3 rapporti non protetti consecutivi con coito interrotto sia a gennaio che febbraio. cosa devo fare? Sto impazzendo!

Buongiorno Dottori scrivo perché sono molto preoccupata.  Le spiego, il 14 gennaio ho avuto 3 rapporti non protetti consecutivi con coito interrotto cn il mio ragazzo (la terza volta però è uscito al limite anche se lui mi assicura di essere uscito in tempo e poi ha continuato a eiaculare fuori). Niente più rapporti dopo questi. Il 19 gennaio mi viene ciclo (normale). Dopodiché abbiamo avuto altri 3 rapporti con la stessa modalità il 25 febbraio. Il mio terrore sta nel fatto che il ciclo di febbraio è saltato e ho disturbi di stomaco e forte sonnolenza! Posso essere rimasta incinta dei rapporti avuti il 14 nonostante abbia avuto il ciclo?? O quelli avuti il 25 febbraio? Sto impazzendo! Cosa devo fare?

Anonima


Cara Anonima,
per quanto molto diffuso il coito interrotto non è una modalità contraccettiva sicura, in quanto in momenti di grandi piacere non è così facile avere un perfetto controllo del corpo. Nel caso di rapporti ravvicinati inoltre, non basta una buona pulizia del pene per eliminare residui di sperma: gli spermatozoi rimangono in vita nelle ghiandole che si trovano vicino alla base del pene e quindi possono fuoriuscire anche nelle prime fasi dei rapporti successivi.
Tecnicamente i rapporti avuti il 14 gennaio non dovrebbero ricadere nel tuo periodo fertile  (considera che in un ciclo regolare questa finestra va posta tra l’11° e il 18° giorno del ciclo) e quindi i rischi dovrebbero essere ridotti.
Potrebbero essere più a rischio i rapporti successivi in quanto non è possibile in una consulenza online definire con certezza il periodo di ovulazione non avendo degli strumenti di approfondimento.

D’altro canto è vero che il ritardo potrebbe essere anche legato a diversi fattori come fisiologiche oscillazioni ormonali, stress fisico o psicologico, diete ristrette, attività fisica eccessiva, uso di droghe e/o farmaci. Così come i bruciori di stomaco potrebbe essere legati a questo stato di ansia, ma sono solo ipotesi, non è possibile fare diagnosi puntuali.
Potresti effettuare nell’immediato un test di gravidanza facilmente reperibile in farmacia e attendibile sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal rapporto a rischio, per cominciare a toglierti qualche dubbio.
Oppure potresti recarti presso il Consultorio della tua zona o confrontarti con il tuo Ginecologo di fiducia per approfondire con strumenti diversi la situazioni e chiarire ogni tuo dubbio.
Per vivere la sessualità in maniera serena è sempre bene proteggere i rapporti dall’inizio alla fine. Oggi esistono diversi metodi contraccettivi che soddisfano tutte le esigenze, prova a parlarne con il tuo ragazzo e decidete insieme quale possa essere quella più adatta a voi.
Un caro saluto!