Ho avuto influenza, febbre, tosse ed adesso la parte laterale del collo leggermente gonfia…

Salve, avrei delle domande da porvi per chiarire dei dubbi riguardo dei sintomi che mi portano a pensare alla presenza dell’HIV.
Infatti, ultimamente non sto tanto bene.. ho avuto influenza, febbre, tosse ed adesso.. la parte laterale del collo leggermente gonfia e dolorante. (Non so precisamente se si tratta di tonsille o linfonodi).
Ma andiamo per ordine: il mio ultimo rapporto non protetto risale a gennaio. Dubito che questo ragazzo possa avermi “infettata”.. poiché essendo donatore di sangue spesso e volentieri si sottopone a controlli medici.
Leggendo su internet, però, ho notato che i primi sintomi compaiono dopo 2 mesi e sono i seguenti: febbre, sudorazione notturna, linfonodi gonfi.. sintomi che io ho avuto!
Riconosco che potrebbe essere una semplice influenza, dato che in un giorno freddo sono uscita con vestiti leggeri, ma ho iniziato ad avere dubbi quando ho notato il gonfiore al collo.
Ad occhio non si nota, ma al tatto si sente una protuberanza vicino la mascella. Inizialmente ero sicura che potesse essere un linfonodo, ma quando apro la bocca si nota il gonfiore accanto all’ugola (quindi la tonsilla). Non essendo competente in materia, non riesco a distinguere e capire di cosa possa trattarsi. Ho, comunque, un pò di fastidi nel deglutire.
Il gonfiore può essere semplicemente causato dalla tosse?
È probabile che io possa essere stata infettata da HIV, nonostante quel ragazzo faccia continui controlli poiché dona il sangue?
Durante i controlli per la donazione, infatti, vengono fatti test per HIV?
Che probabilità c’è di essere stata infettata?
Quanto posso fidarmi delle informazioni estrapolate da internet?
Vi ringrazio anticipatamente.

Giulia, 19 anni


Cara Giulia,
i sintomi che riporti sono riconducibile a una semplice influenza con mal di gola, ma facilmente confondibili con quelli che si prensentano dopo il il periodo di latenza (2-4 settimane), nel secondo stadio dal contagio, che dura circa un mese.
Si tratta di febbre, ingrossamento dei linfonodi, mal di gola, rash cutaneo, dolore muscolare, spossatezza, etc…
Anche noi sembra strano si possa trattare di hiv, visto che con la donazione viene effettuato un test che evidenzia direttamente la presenza dell’acido nucleico del virus HIV (NAT TESTS) direttamente sulla sacca, quindi il tuo ragazzo, quello con cui hai avuto rapporti a gennaio, è sottoposto a costanti controlli.
Forse il tuo è un dubbio eccessivo, ti consigliamo di rivolgerti al medico per accertare il tuo stato di salute e se proprio ti vuoi togliere ogni dubbio, ti vogliamo informare che da pochi mesi in Italia è in commercio un test rapido per l’hiv, reperibile facilmente in farmacia, che da un risultato immediato.
Un caro saluto!