spettacolo

Lo scherzo di J-Ax a Fedez. Il rapper in lacrime a Le Iene

scherzo di j-ax a fedezROMA –  In lacrime in televisione, seppur inconsapevole. È questo il risultato dello scherzo di J-Ax a Fedez, organizzato appositamente per Le iene. Complice di Matteo Viviani, Ax, ideatore dello scherzo, ha fatto credere al collega ed amico che il suo produttore – Clemente Zard – avesse venduto metà dei biglietti per i “concerti di coppia” ai siti di secondary ticketing. In totale circa 16 mila biglietti, sequestrati dalle autorità competenti. Un’azione non passata inosservata e sotto gli occhi di questura e magistratura.

Lo scherzo di J-Ax a Fedez: le lacrime che non ti aspetti

In pochi minuti, Fedez è stato coinvolto in una truffa di proporzioni esorbitanti. Il risultato un’accusa grave e palazzetti semi vuoti. La reazione, sin dall’inizio, non è delle migliori. Tanta la preoccupazione che porta il ventisettenne a dannarsi e chiamare la madre, suo manager. Una preoccupazione amplificata dalla calma – apparente – di J-Ax e dal produttore, a Parigi in vacanza.

Lo scherzo è durato un mese in totale, tempo durante il quale Fedez ha creduto di essere in guai seri. La situazione, però, ovviamente ha raggiunto il culmine con l’arrivo della troupe de Le Iene al Palazzetto di Vigevano dove si stavano svolgendo le prove dei concerti. Fedez si difende dalle accuse di aver incassato guadagni maggiorati. Affermazioni false che contraddicono quanto, al contrario, affermano i documenti  che attestano la truffa. Lo scherzo si conclude con il pianto liberatorio del rapper quando Viviani gli mostra il video di J-Ax in versione burlone.