spettacolo

Prince sapeva che stava per morire. La sorella Tyka Nelson: “Aveva bisogno di andare”

prince sapeva che stava per morireROMA – Prince sapeva che stava per morire. A rivelarlo è la sorella del cantante, Tika Nelson. Durante un’intervista rilasciata a “People Icons: Gone Too Soon” – il programma di Abc – l’artista ha raccontato gli ultimi anni di vita del fratello.

“Tre anni fa mi chiamò e mi disse: ‘Ho fatto tutto quello che dovevo fare nella vita’”, ha ricordato Tika. “Mio padre e Prince parlavano sempre con questi strani indovinelli. Ma lui sapeva e voleva avvisarmi. Aveva bisogno di andare, era stanco”.

Prince è morto per un’overdose di oppiacei, meglio conosciuti come antidolorifici. A rivelarlo i risultati dell’autopsia, sul corpo del cantante morto un anno fa, il 21 Aprile 2016. In particolare, il colpevole sarebbe il “Fentanyl”, un oppiaceo sintetico cinquanta volte più potente dell’eroina. Secondo i report ufficiali, l’interprete di “Purple Rain” avrebbe assunto grandi quantità di oppiacei per curare un dolore all’anca che lo perseguitava da un po’.

Tyka Nelson ha anche raccontato di aver visto il fratello nella sua dimora di Paisley Park qualche giorno prima della sua morte. “L’ultima volta che l’ho visto scherzavamo, ci siamo abbracciati tante volte”.

Prince sapeva che stava per morire. L’ex moglie: “Non ha mai superato la morte di nostro figlio”

A quasi un anno dalla morte di Prince, fioccano le rivelazioni sul passato dell’artista. A parlare, in questi giorni anche l’ex moglie, Mayte Garcia, anticipando quello che si potrà leggere nella sua autobiografia “The Most Beautiful: My Life With Prince”. La donna, insieme a Prince dal 1996 al 1999, ha ricordato il momento peggiore della loro vita insieme: la perdita del loro bambino. Mayte rimase incinta ma il bambino nacque con la sindrome di Pfeiffer, una malattia genetica molto rara che causa la fusione prematura delle ossa del cranio. Il bambino, chiamato Amiir, visse solo sei giorni. Una morte che la coppia non riuscì a metabolizzare e che portò alla loro separazione.

Ovviamente, le conseguenze di quella perdita non si sono mai placate. “Io penso che lui non abbia mai superato questa cosa”, ha detto a People. “Non so d’altra parte come chiunque possa. Io stessa non ci sono riuscita”. Il cantante, testimone di Geova, voleva fortemente quel figlio. “Il dottore ci disse del rischio di un aborto e lui gli disse che non voleva farlo”. Prince, però, era consapevole che non sarebbe andata bene. A sei giorni dalla nascita “dissi al dottore: ‘Non è che muore?’. Gli fecero una tracheotomia per aiutarlo a respirare. Era una tortura, allora Prince disse: ‘Dobbiamo lasciarlo andare'”. Così fu.  “Ho avuto con Prince una relazione rara, quasi ultraterrena”, ha rivelato Mayte aggiungendo che il libro racconterà “Gli alti e bassi che sempre esistono in un amore: quest’uomo è sempre parte della mia famiglia e lo sarà sempre”.