attualita

Siamo noi le sessiste? #nonènecessario. La provocazione di Maria Beatrice Alonzi diventa virale

Siamo noi le sessiste?ROMA – Dopo aver fatto il giro del mondo con la sua mappa, Maria Beatrice Alonzi, definita “la digital artist italiana” dall’agenzia di stampa internazionale AFP, torna con una provocazione destinata al mondo femminile.

Un video mockumentary “politicamente scorretto” che, sulla base di una serie di ricerche raccolte dall’Alonzi, scritte negli ultimi trent’anni, provocatoriamente, si chiede se siano le donne ad essere le prime sessiste. Il video, con la sua risposta inaspettata, è diventato virale ottenendo più di 200 mila visualizzazioni al minuto.

Siamo noi le sessiste? Come tutto è iniziato

Ma partiamo dall’inizio: sabato 18 Marzo 2017 su Rai Uno, viene mandato in onda il servizio “La minaccia arriva dall’est. Gli uomini preferiscono le straniere” (sottotitolo: “Sono rubamariti o mogli perfette?”). A seguito, una grafica di 6 punti spiega il valore aggiunto in base al quale gli uomini preferirebbero le donne dei paesi balcanici, in particolare dei paesi dell’ex Unione Sovietica: “Le donne dell’Est”.

La grafica indica come la donna perfetta (secondo gli uomini) debba essere consenziente, sexy, sempre disponibile e sostanzialmente devota. La discussione giornalistica e social in merito alla questione trova per lo più un’Italia attonita davanti ad una forma così aggressiva di pregiudizio, nei confronti di come una donna dovrebbe essere per piacere ad un uomo.

Siamo noi le sessiste? In quasi la totalità dei casi sono le donne a commentare negativamente altre donne

La responsabilità di questa visione, a chi è da attribuirsi? Unicamente agli uomini? “La maggior parte dei commenti, e delle condivisioni sui social, di una notizia come questa, sono offensivi e aggressivi nei confronti delle donne: da parte di altre donne” spiega Maria Beatrice Alonzi.

“Più in generale, spesso, i commenti sessisti, traggono conclusioni sul tipo di persona, a partire semplicemente dall’abbigliamento, dal trucco o dal possibile grado di attrattiva sessuale nei confronti degli uomini, che viene loro attribuito dalle donne stesse”.

Maria Beatrice Alonzi, che ha immaginato questo mockumentary provocatorio, sulla base dell’analisi di più di cinquanta testi scientifici dal 1985 ad oggi, aggiunge: “In una notizia commentata su Facebook, ove siano presenti entrambi i sessi, in media il 98% dei commenti negativi dati dalle donne, tende a favore dell’uomo o contro la donna. Anche in merito a tragedie come Sara di Pietrantonio, Tiziana Cantone, etc”.

“Durante il texting tra donne”, aggiunge, “si è notato, trasversalmente per età e provenienza socio-culturale, che il paragone tra se stesse e le altre donne, in una conversazione sull’altro sesso, sia presente 8 volte su 10. Corrisponde all’80% delle volte. I pregiudizi partono anche da noi donne. Dal nostro modo di comportarci con le altre donne. Siamo noi le sessiste?”.

Siamo noi le sessiste? Ecco il video