spettacolo

David di Donatello 2017. Trionfa La Pazza Gioia di Paolo Virzì

David di Donatello 2017ROMA – La pazza gioia trionfa alla 61esima edizione dei David di Donatello 2017 condotti da Alessandro Cattelan in diretta dagli Studios di Roma. Il film di Paolo Virzì si è aggiudicato cinque statuette per la categoria Miglior Film, Migliore Regia, Migliore Attrice Protagonista, Migliore Scenografo e Migliore Acconciatore.

Momento di grande commozione con Valeria Bruni Tedeschi alla quale non sono bastati i 45 secondi a disposizione per i ringraziamenti: “Ringrazio la mia psicanalista, ma anche Leopardi, Ungaretti, Pavese e soprattutto Natalia Ginzburg […] “Ringrazio Anna Magnani” […]”Ringrazio mia madre, mia sorella, Paolo Virzì per avermi offerto questo personaggio così buffo e i miei due meravigliosi bambini e voi”, ha concluso l’attrice.Sei statuette, invece, per Indivisibili di Edoardo De Angelis (Migliore Sceneggiatura Originale, Miglior Produttore, Migliore Attrice Non Protagonista, Migliore Musicista, Miglior Canzone Originale e Miglior Costumista) e per Veloci come il vento di Matteo Rovere (Migliore Attore Protagonista, Miglior Fotografia, Miglior Truccatore, Miglior Montatore, Miglior Suono e Migliori Effetti Digitali).

David di Donatello 2017: gli altri vincitori e il premio speciale alla carriera a Benigni

Tra gli altri vincitori, Valerio Mastandrea premiato come Miglior Attore Non Protagonista per Fiore di Claudio Giovannesi e Marco Danieli come Miglior Regista Esordiente per la sua pellicola La ragazza del mondo. Ultimo ma non ultimo, Premio Speciale alla Carriera a Roberto Benigni. “Grazie per questo premio, è il più prestigioso del cinema italiano che è il più grande del mondo e quindi è il premio più grande del mondo […] vorrei dedicare questo premio a Nicoletta Braschi. Io ho fatto tutto per lei, con lei e grazie a lei e questo premio è suo. Vorrei tanto che lei in cuor suo lo dedicasse a me, grazie bella”, ha detto l’attorecon grande commozione, accettando la statuetta.

Foto di Antonio Fraioli

David di Donatello 2017: In Memoriam 

Nel corso della cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2017 non sono mancati altri momenti speciali, tra cui In Memoriam. Manuel Agnelli, frontman degli Afterhours, si esibito sulle note di Across The Universe dei Beatles mentre, alle sue spalle, scorrevano nel videowall le immagini di alcuni personaggi scomparsi, che hanno reso grande la “macchina cinematografica”. Tra questi Bud Spencer, al quale il pubblico e la sala stampa – redazione di diregiovani.it compresa – hanno dedicato un lungo applauso.

Allo smartphone di diregiovani.it, alcuni dei protagonisti degli Oscar italiani

 

David di Donatello 2017. Ecco tutti i VINCITORI

MIGLIOR FILM

La pazza gioia, per la regia di Paolo Virzì

MIGLIOR REGISTA

Paolo Virzì per La pazza gioia

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Marco Danieli per La ragazza del mondo

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Nicola Guaglianono, Barbara Petronio, Edoardo De Angelis per Indivisibili

MIGLIORE SCENEGGIATURA ADATTATA

Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti, Salvatore De Mola per La stoffa dei sogni

MIGLIORE PRODUTTORE

Attilio De Razza, Pierpaolo Verga per Indivisibili

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Valeria Bruni Tedeschi per La pazza gioia

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA

Stefano Accorsi per Veloce come il vento

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Antonia Truppo per Indivisibili

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA

Valerio Mastandrea per Fiore

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

Michele D’Attanasio per Veloce come il vento

MIGLIORE MUSICISTA

Enzo Avitabile per Indivisibili

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE

ABBI PIETÀ DI NOI musica, testi di Enzo Avitabile interpretata da Enzo Avitabile, Angela e Marianna Fontana per Indivisibili

MIGLIORE SCENOGRAFO

Tonino Zera per La pazza gioia

MIGLIORE COSTUMISTA

Massimo Cantini Parrini per Indivisibili

MIGLIOR TRUCCATORE

Luca Mazzoccoli per Veloce come il vento

MIGLIOR ACCONCIATORE

Daniela Tartari per La pazza gioia

MIGLIORE MONTATORE

Gianni Vezzosi per Veloce come il vento

MIGLIOR SUONO

Presa diretta: Angelo Bonanni – Microfonista: Diego De Santis – Montaggio e Creazione suoni: Mirko Perri – Mix: Michele Mazzucco per Veloce come il vento

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI

Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per Veloce come il vento

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

Io, Daniel Blake, di Ken Loach

MIGLIOR FILM STRANIERO

Animali notturni, di Tom Ford

DAVID GIOVANI

In guerra per amore, di Pierfrancesco Diliberto

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Crazy for football, di Volfango De Biasi

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

A casa mia, di Mario Piredda

DAVID SPECIALE ALLA CARRIERA

Roberto Benigni